menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il vescovo: "Questionari per i fedeli e pieno sostegno al Family Day"

Pieno sostegno al Family Day che si terrà il prossimo 30 gennaio: lo esprime il vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri

Pieno sostegno al Family Day che si terrà il prossimo 30 gennaio: lo esprime il vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri nel corso del tradizionale incontro coi giornalisti per la celebrazione di San Francesco di Sales (24 gennaio), giornata che la Chiesa dedica al mondo della comunicazione e dell'informazione. Con due affollate manifestazioni che si sono tenute sabato pomeriggio, una delle “Sentinelle in piedi” per la “famiglia tradizionale” e l'altra delle “Sveglie” per segnare “l'ora dei diritti” dei gruppi che fanno riferimento al mondo gay, l'argomento era più che mai sul tavolo del vescovo.

Regattieri ha quindi annunciato un suo più articolato intervento ufficiale sulla materia. Nella missiva ai fedeli spicca la frase: “Anch’io mi sento di sostenere il programma espresso dal comitato che sta organizzando il nuovo Family day del 30 gennaio, una manifestazione che si pone per la famiglia”. “Un’iniziativa – si legge nel testo – che come pastore di questa Chiesa di Cesena-Sarsina guardo e accolgo con favore caldeggiando la partecipazione”. Riporta la dichiarazione il Corriere Cesenate.

Il vescovo ha sottolineato il diritto anche dei cattolici di manifestare e di sostenere democraticamente le proprie convinzioni, tenendo a specificare la differenza tra “peccati” e “peccatori”, per cui “dobbiamo sempre avere un grande rispetto per le persone e al contempo dobbiamo avere fermezza nel condannare il male”. La volontà del presule cesenate è di non porsi nella categoria di chi nega diritti, ma in quella in cui fa prevalere di eventuali diritti superiori: “La salvaguardia dei diritti individuali va garantita, ma non equipariamoli alla famiglia voluta dalla natura”.

Parlando dell'importanza della comunicazione, il vescovo ha infine illustrato un progetto per aprire un canale di colloquio diretto con la comunità cesenate, in primis attraverso le parrocchie, ma non solo: “Stiamo pensando a un questionario da inviare a tutta la Diocesi per chiedere proposte. Un’occasione propizia per me per ascoltare l’opinione di tanti in merito alla vita della nostra Chiesa locale. Realizzeremo questo questionario grazie alle nuove tecnologie in modo che vi possano partecipare tante persone. Penso anche al canale delle parrocchie. Perché tutti possano dire la loro, senza distinzioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento