Al via "Sono romagnolo": in vetrina saperi, sapori e tradizioni del territorio

E' tutto pronto per la quarta edizione della kermesse che metterà in vetrina i migliori prodotti enogastronomici e artigianali del territorio

Ormai ci siamo, venerdì a Cesena Fiera prende il via la tre giorni dedicata alla Romagna. Il taglio del nastro alle ore 17.15, mentre alle 17.30 talk show su “Il Villaggio de L’Altra Romagna”. Eventi dedicati al ballo e lo spettacolo “Falsari”. Tante le proposte del cibo, dei produttori, artigiani, e altro.

"Romagnoli tutti unitevi a Cesena". E' tutto pronto per la quarta edizione della kermesse, tre giorni di saperi, sapori e tradizioni insieme ai protagonisti che quotidianamente vivono questa terra (ingresso è libero). Il via è per venerdì con i padiglioni che si aprono alle ore 17 (fino alle 23), mentre il taglio del nastro ufficiale ci sarà alle ore 17.15 insieme all’Assessore alla cultura del Comune di Cesena Christian Castorri. A seguire alle 17.30 un altro momento istituzionale con il talk show “Il villaggio de L’Altra Romagna” che racconta una delle novità di questa edizione, lo spazio del Gal L’Altra Romagna con la presenza di 43 tra Pro loco e associazioni di promozione del territorio dell’entroterra romagnolo. Il talk sarà condotto da Pier Giorgio Valbonetti.

Le proposte di Sono Romagnolo

Sono tante le proposte nel corso della tre giorni ospitate nelle diverse aree tematiche. In fiera ci sarà un’area produttori con i migliori prodotti enogastronomici e artigianali del territorio, così come un’area degli artigiani alla scoperta delle arti d’un tempo. E ancora spazio alla Campionaria con aziende della Romagna, e alcune chicche storico-culturali come la rappresentazione di un mercato del ‘400, la mostra di giochi antichi, una estemporanea con una settantina di artisti locali. Non mancherà infine un’area dedicata ai più piccoli, con giostre e gonfiabili.

Ampia l’area enogastronomica con un spazio ristorazione con sei proposte in rappresentanza della Romagna. C’è la Proloco di Montiano con il suo menù della tradizione a base di cappelletti, strozzapreti e polenta, e c’è il Rifugio Biancaneve del Fumaiolo con le sue specialità di montagna con polenta, cervo e porcini fritti. E ancora, la Proloco di Premilcuore con i prodotti del territorio come raviggiolo, formaggi e tortello alla lastra, e le proposte di mare da La Campaza di Ravenna con risotto, fritto misto e strozzapreti di pescato. Da Faenza arriva una doppia proposta: Ca’ dl’Azdora con gli affettati del territorio, insieme a bruschette e pizza; il Comitato Feste e Sagre propone cappelletti e tagliatelle e secondi di carne ai ferri. Una postazione a parte sarà dedicata alle birre artigianali, un’altra invece al vino e ai dolci.

Gli spettacoli di venerdì

Ricco il programma eventi di venerdì che si apre alle 17.30 con la banda di Borghi, alle 20.15 l’ente tutela folklore e tradizioni di Romagna presenta la “Romagna e il ballo una passione secolare”. La giornata si chiude alle 21.30 (sala 3 Papi) con lo spettacolo “Falsari” ispirato al libro del giornalista sportivo Fabio Benaglia, interpretato dal Teatro delle Lune.

Potrebbe interessarti

  • Borghi di Romagna: i 4 più belli

  • 13 utilizzi del bicarbonato di sodio che ancora non conoscete

  • Pesciolini della carta: cosa sono e come liberarsene

  • Meduse: verità e falsi miti su come rimediare alle loro punture

I più letti della settimana

  • Tragico incidente in via Dismano: quattro morti, tra loro due fratelli minori

  • Dopo la strage di via Dismano un altro dramma stradale: un morto e tre feriti in uno scontro frontale

  • "Riportata in vita dai medici col mio bimbo in grembo", la storia di Annalisa

  • Scene da panico a Valverde: colpisce un taxi e due auto e prova a scappare, arrestato

  • Schianto alla rotonda, auto travolge un corridore: è grave. La Polizia Locale lancia un appello sui social

  • In tanti in Piazza della Libertà per Scamarcio: "Onorato di essere qui"

Torna su
CesenaToday è in caricamento