Cronaca

"Sono figure richiestissime, al pari degli infermieri", un corso per 'avere a casa' gli Oss

“Una delle figure più richieste durante il primo lockdown nel nostro territorio era quella dell’operatore sanitario" dichiara Rina Giorgetti, direttrice generale ENGIM Emilia-Romagna

Partirà a fine aprile il corso formativo a Cesena per ottenere la qualifica di operatore socio-sanitario (OSS). Delle 1000 ore complessive previste, 450 si svolgeranno presso le principali strutture socio-sanitarie del territorio, mentre le restanti 550 avranno come teatro la sede cesenate di ENGIM (via Canonico Lugaresi 202).

“Una delle figure più richieste durante il primo lockdown nel nostro territorio era quella dell’operatore sanitario – dichiara Rina Giorgetti, direttrice generale ENGIM Emilia-Romagna - si è scelto di formare persone in questo settore, in modo da sopperire le richieste. È stato presentato questo progetto regionale dove ENGIM ha deciso di presentare sul territorio di Cesena un corso di formazione professionale per operatore socio-sanitario”.

L’OSS è in grado di svolgere attività di cura e di assistenza alle persone in condizione di disagio o di non autosufficienza sul piano fisico e/o psichico, al fine di soddisfarne i bisogni primari e favorirne il benessere e l’autonomia, nonché l’integrazione sociale. La figura può svolgere la propria attività sia nel settore sociale che in quello sanitario, in servizi di tipo socio-assistenziale, socio-sanitario, residenziale, semi-residenziale, in ambiente ospedaliero o al domicilio dell'utente. Svolge la propria attività in collaborazione con altri operatori professionali, preposti all'assistenza sanitaria e sociale, secondo il criterio del lavoro multiprofessionale.

Bisogni delle persone, igiene, sicurezza sul posto di lavoro, informatica e assistenza all’utente sono i principali contenuti del corso, dal costo di 2700 euro, con orari variabili in base alle necessità degli iscritti e termine previsto per dicembre 2021. Potranno iscriversi tutti i cittadini maggiorenni residenti o con domicilio in Emilia-Romagna, senza esperienza nel settore socio-sanitario, e in possesso del diploma di scuola superiore.

I partecipanti (non più di 22) avranno la possibilità di cimentarsi in quelli che potranno essere i loro futuri luoghi di lavoro. A svelarlo è il progettista di ENGIM Giuseppe Scozzaro: “Al percorso saranno coinvolti diversi professionisti del nostro territorio, tra medici, infermieri e OSS. I partecipanti potranno sperimentarsi direttamente all’interno di strutture e ospedali del nostro territorio per la parte di stage, necessaria al completamento del percorso. La qualifica OSS è riconosciuta sull’intero territorio nazionale”.

“Nella nostra realtà territoriale ospitiamo tantissime realtà che accolgono queste figure professionali – garantisce l’assessora ai Servizi per la persona Carmelina Labruzzo – che hanno al loro interno sia un’anima sociale che un’anima sanitaria. Questo è un percorso di alto livello qualitativo. Gli OSS sono figure richiestissime, al pari degli infermieri. Averli a casa è una grande opportunità”.

Non solo conoscenze e competenze tecniche legate all’ambito sanitario, quelle proposte nel corso: “Vogliamo dare a questi operatori anche nozioni psicologiche di come gestire e trattare familiari e malati. Elementi fondamentali per questo lavoro, dal dialogo alla capacità di lavorare in gruppo, tutti aspetti che verranno presi in considerazione” chiude Giorgetti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono figure richiestissime, al pari degli infermieri", un corso per 'avere a casa' gli Oss

CesenaToday è in caricamento