menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nessun pensionato nei consigli delle società partecipate, unica eccezione è Scarpellini

Il Comune non può più nominare pensionati negli organismi delle sue partecipate. Anzi, più precisamente, i pensionati non possono più ricoprire nessuna carica all'interno di società partecipate da enti pubblici, neppure su indicazione di un socio privato

Il Comune non può più nominare pensionati negli organismi delle sue partecipate. Anzi, più precisamente, i pensionati non possono più ricoprire nessuna carica all’interno di società partecipate da enti pubblici, neppure su indicazione di un socio privato. L’unica possibilità è quella di un incarico completamento gratuito e per un periodo di tempo di un anno al massimo.


A chiarirlo sono il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco Carlo Battistini in una lettera inviata oggi a tutti i consiglieri comunali per illustrare loro i nuovi vincoli imposti dalla legge in materia di nomina nelle partecipate. Nella loro comunicazione, Sindaco e Vicesindaco specificano che il Comune di Cesena è già in linea con queste direttive. L’unico pensionato nominato all’interno di una società partecipata dal Comune dopo l’entrata in vigore della nuova normativa, infatti, è Domenico Scarpellini, presidente di For (Filiera Ortofrutticola di Romagna), a cui è stato recentemente affidato l’incarico solo per quest’anno e senza prevedere alcun compenso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento