La Polizia Ferroviaria salva tre cani dalle insidie dei binari

Mercoledì il personale in divisa ha notato la presenza di tre cani, sul marciapiede del primo binari, precisamente di un pastore tedesco, di un rottweiler e di un jack russel

Questa volta gli agenti del Posto di Polizia Ferroviaria di Forlì, che abitualmente si occupano di vigliare sulla sicurezza dei viaggiatori, si sono adoperati per mettere in salvo tre cani nella stazione ferroviaria di Cesena. Mercoledì il personale in divisa ha notato la presenza di tre cani, sul marciapiede del primo binari, precisamente di un pastore tedesco, di un rottweiler e di un jack russel che liberamente si aggiravano nella stazione ferroviaria.

Nella stazione e sui marciapiedi  vi erano parecchi viaggiatori e treni in arrivo e partenza, pertanto la situazione era pericolosa per l’incolumità delle persone e degli animali stessi che potevano attraversare i binari. I poliziotti sono riusciti a bloccare due dei cani, mentre il rottweiler si è allontanato, disorientato, verso il piazzale antistante alla stazione dove vi sono le fermate degli autobus.

Sul collare del cane taglia più piccola vi era una targhetta con il numero di telefono cellulare del proprietario che è stato contattato. Quest'ultimo ha riferito che erano fuggiti dalla propria abitazione, poco distante dalla stazione, a causa della mancata chiusura di un cancello condominiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento