Soccorse sette persone e distribuiti anti epilettici

Il nuovo gatto delle nevi, arrivato in soccorso e in dotazione dell'esercito, è stato subito impegnato nella giornata di martedì in operazioni di soccorso. Proseguite anche le azioni che hanno visto in prima linea 115 e prociv

Il nuovo gatto delle nevi, arrivato in soccorso e in dotazione dell'esercito, è stato subito impegnato nella giornata di martedì in operazioni di soccorso. Proseguite anche le azioni che hanno visto in prima linea vigili del fuoco e protezione civile di Cesena. Le zone calde sono quelle si San Tomaso, San Carlo, Formignano ma anche Saiano e Roversano. Proprio a Formignano, nella giornata di martedì, sono state soccorse altre sette persone tutte portate al centro di prima accoglienza (foto) di San Carlo.

Qui si fa il punto della situazione e c'è chi ine accolto da parenti o amici e chi, invece, si fermerà in albergo. I mezzi del 115 hanno portato anche viveri e medicinali a persone che non possono raggiungere le farmacie. Tra questi ci sono anche anti epilettici. In mattinata il cingolato dell'esercito è stato impegnato in operazioni di soccorso nei confronti di quattro famiglie che sono rimaste isolate. Hanno portato loro i viveri facendosi strada tra muri di neve alti anche un metro e ottanta.

Nella zona di San Carlo i Vigili del Fuoco hanno raggiunto 6 case isolate e assistito 20 persone in difficoltà. In tale zona numerosi sono stati peraltro gli interventi di soccorso portati a termine dall’Esercito con uno dei due mezzi speciale degli Alpini (cd. bruco), decisivo per superare cumuli di neve che, in alcuni punti, hanno superato i 2 metri e 50 di altezza complessiva.

Pale e una motoslitta dei Vigili del Fuoco hanno permesso, poi, di raggiungere nel complesso altre 25 persone nel Comune di Sogliano al Rubicone. Nel tardo pomeriggio è stata salvata una persona anziana con il gatto delle nevi in una località isolata nel Comune di Sarsina. Nel complesso, lo sforzo operativo messo in campo dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è al momento di 140 uomini, con l’impiego di 70 mezzi speciali (fuoristrada, gatto delle nevi, fresatrici, pale, motoslitte), con cui sono state fronteggiate dall’inizio dell’emergenza ben 1294 richieste di intervento con 580 interventi effettuati, tra cui moltissime verifiche di stabilità ad edifici e capannoni.

Le fortissime criticità ancora riscontrate nel corso di un’ulteriore vertice operativo svoltosi in Prefettura hanno indotto, allo scopo di consentire nella giornata di mercoledì il più diffuso raggiungimento dei nuclei abitati e degli allevamenti ancora isolati, ad un’articolata dislocazione del complesso delle risorse umane e materiali disponibili (2 bruchi, 1 complesso di traino con cassone, 2 pale spazzaneve, 1 bobcat, 20 unità del Genio Militare, 2 pale e 10 uomini dell’Aeronautica Militare di Forlì, 18 uomini del 66° Reggimento Trieste, 70 mezzi specializzati dei Vigili del Fuoco, oltre a turbine e spazzaneve della Protezione Civile).

Per fronteggiare eventuali nuove situazioni di criticità che dovessero presentarsi lungo i tratti di competenza della rete ferroviaria, tuttora interessata da notevoli difficoltà, TRENITALIA S.p.a. ha assicurato di aver disposto la presenza continuativa nelle Stazioni di Forlì e di Cesena di personale preposto all’assistenza viaggiatori; RFI S.p.a., da parte sua, ha comunicato che la Stazione di Cesena, giudicata strategica in caso di eventuali esigenze operative, è presenziata ininterrottamente con uomini e mezzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’azione di un nucleo specializzato di tecnici regionali porterà, fin dalla giornata di domani, ad una verifica delle strutture scolastiche allo scopo segnalate dall’Amministrazione Provinciale. Verifiche, peraltro, avviate già da martedì dai tecnici dei Vigili del Fuoco di Forlì-Cesena.La costante verifica di situazioni di rischio caduta blocchi di ghiaccio e di neve condensata dai tetti induce a raccomandare la massima attenzione alla circolazione a piedi ed in particolare a osservare le zone interdette segnate dalle apposite indicazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento