Riapertura dell'E45, la Procura di Arezzo prende tempo: altre 48 per esaminare le carte

La decisione sulla eventuale riapertura del tratto di E45 sotto sequestro tra Valsavignone e Canili potrebbe essere presa anche tra 48 ore

La Procura di Arezzo rimanda ancora la decisione riguardante la riapertura al traffico leggero del viadotto Puleto lungo l'E45 posto sotto sequestro. Si tratta del tempo necessario alla valutazione degli incartamenti ai quali stanno ancora lavorando i due consulenti incaricati di compiere ulteriori verifiche sull'infrastrutture finita nel mirino della magistratura. La decisione sulla eventuale riapertura del tratto di superstrada sotto sequestro tra Valsavignone e Canili potrebbe essere presa anche tra 48 ore. E gli esiti sono ancora tutti da vedere.

La Procura ha sottolineato che sarà la sicurezza il primo requisito da rispettare. E proprio per capire se ci siano soluzioni che possano garantirla in caso di riapertura si starebbero dilungando i periti. Anas avava avanzato un ventaglio di proposte che sarebbe stato preso in considerazione dalla Procura. I consulenti tencici non solo li hanno valutati ma potrebbero anche tentare di trovare il modo, con specifici suggerimenti, di renderli attuabuli. Ma si tratta al momento solo di ipotesi sulla carta, per le quali ci vogliono calcoli e riscontri dall'esito per niente scontato.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento