Rami, alberi caduti e smottamenti: situazione critica in numerosi sentieri

Presepi evidenzia come "la gravità delle situazioni è anche confermata dall’Ente Parco Nazionale Foreste Casentinesi, che ha addirittura disposto l’interdizione all’accesso ad alcuni tratti di sentieri Cai"

La Sezione di Cesena del Club Alpino Italiano fa il punto sulla campagna ricognitiva in merito alle criticità sui sentieri legate a caduta di rami e alberi, smottamenti ed ogni altro genere di ingombro rilevante determinatisi a causa dei vari eventi calamitosi atmosferici avvenuti nel corso della stagione invernale e in particolare per le bufere di vento e il consistente innevamento che ha caratterizzato negativamente (per gli effetti sulla vegetazione) il territorio appenninico cesenate e dell’Alto Savio.

"Le situazioni critiche sono diffuse ed estese e riguardano non limitati punti, ma bensì chilometri di percorso e soprattutto i tratti boschivi caratterizzati dalla presenza di abeti (molto meno le faggete che però hanno prodotto una notevole quantità di rami sui sentieri) - afferma il presidente della sezione Cai di Cesena, Pasqua Presepi -. Vi sono tratti di sentiero nelle abetine che sono completamente ostruiti da una ecatombe di alberi interamente stesi e di altri spezzati che incombono pericolosamente sul sentiero e che inevitabilmente per secchezza o cedimento dei rami di supporto cadranno sul sentiero stesso ponendo un grave pregiudizio di incolumità fisica per chi dovesse trovarsi in
quel momento sfortunatamente a transitarvi. Rivolgiamo quindi un accorato appello a tutti gli escursionisti e frequentatori della montagna appenninica a prestare la massima attenzione oltre al fondo del terreno del sentiero anche agli alberi pericolanti che seppure non ostruiscono il passaggio permangono incombenti fino a quando non saranno completamente rimossi e messo il sentiero in sicurezza".

Presepi evidenzia come "la gravità delle situazioni è anche confermata dall’Ente Parco Nazionale Foreste Casentinesi, che ha addirittura disposto l’interdizione all’accesso ad alcuni tratti di sentieri Cai particolarmente danneggiati e rischiosi. In questo contesto contingente particolarmente gravoso, ci rendiamo disponibili a incontrare i Comuni per rappresentare quanto rilevato dal Cai e anche per permettere a tali enti, già peraltro attivi e operanti, di valutare, da un lato – ove non già deliberati - l’assunzione di provvedimenti di carattere emergenziale e dall’altro di ricorrere ai coordinamenti previsti dalle vigenti Leggi Regionali e loro regolamenti attuativi".

Il presidente della sezione Cai di Cesena ringrazia escursionisti e “bikers” che si sono adoperati in modo diligente ed attivo per segnalare compiutamente le situazioni critiche riscontrate. Auspichiamo anche, considerato l’apprezzabile riscontro, che tali segnalazioni possano
ulteriormente pervenire numerose per meglio soddisfare gli obiettivi conseguenti di promozione del ripristino e sistemazione dei sentieri. La mail per le segnalazioni è sentieristica.caicesena@gmail.com".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento