Il maltempo concede una tregua. Diversi allagamenti, idrovore al lavoro alle Porte Vinciane

I volontari della Protezione Civile di Cesenatico e Cesena continuano a tenere monitorato il livello dei corsi d'acqua e dei fossati

La pioggia ha finalmente concesso una tregua. I volontari della Protezione Civile di Cesenatico e Cesena continuano a tenere monitorato il livello dei corsi d'acqua e dei fossati, ingrossati dalle abbondanti precipitazioni (da venerdì sono stati misurati a Mesola ben 72,4 millimetri). Nella località rivierasca proseguono senza sosta le operazioni di pompaggio dell’acqua fuori dalle Porte Vinciane. "Oltre alle 6 pompe delle Porte sono attive 3 idrovore fornite dalla Protezione civile dell’Emilia-Romagna, monitorate costantemente dai volontari della protezione civile (il turno notturno lo hanno fatto i volontari di Cesena)", fa il punto il sindaco Matteo Gozzoli. Poco dopo la mezzanotte suonate le campane e sono arrivati alcuni messaggi di allerta in centro storico.

Spiega il primo cittadino: "Si è tratta di una misura scattata in automatico per precauzione, ma la situazione è tenuta sotto controllo. Nel corso della nottata abbiamo controllato il porto a vista pur di non mettere in crisi il forese". Non sono mancati gli allagamenti di alcune strade: è stata chiusa via Brusadiccia da via Palazzone a Via delle Querce e via Montaletto nel tratto tra via Palazzone e via San Pellegrino. I Vigili del Fuoco hanno effettuati alcuni interventi per scantinati allagati, ma non hanno registrato particolari criticità.

"La notte è stata lunga e complicata - chiosa il primo cittadino -, ma siamo riusciti a gestire l'emergenza con l'aiuto del Consorzio di Bonifica, dei volontari della Protezione Civile, Croce Rossa, dei tecnici comunali, Vigili del Fuoco, Polizia Municipale e Carabinieri. I livelli idrometrici sono tutti in diminuzione e anche al porto il livello si sta notevolmente abbassando". Rimangono criticità sugli asfalti con diverse buche: "Cesenatico Servizi ha inviato tutti gli operai sulle strade per ripristinare le buche e si raccomanda attenzione su tutta la rete stradale", spiega Gozzoli. Altre piccole criticità si sono riscontrate in alcuni edifici scolastici con qualche infiltrazione d'acqua.

EMERGENZA MALTEMPO
Cesenatico, i fossi traripano, ci si difende coi sacchi di sabbia
Pisciatello sotto stretta osservazione della Protezione Civile
Rischio esondazioni, ma già si teme il gelo. Forte nevicata in Appennino
Gambettola, la situazione del torrente Rigossa
E45 chiusa per l'emergenza buche:  si fanno i rattoppi

Scuole chiuse in due Comuni
La situazione non migliora: nuova allerta arancione

Nel corso della giornata di venerdì centinaia di cittadini hanno ritirato i sacchetti di sabbia per proteggersi da eventuali esondazioni dei canali. Il Comune di Cesenatico ha distribuito circa 5.000 sacchi di sabbia nel suo punto di distribuzione di via Magellano 8, presso Cesenatico Servizi, in meno di 24 ore. Venerdì sera è stato aperto un nuovo punto di distribuzione, in via Saffi 92, con l'arrivo di un'insacchettatrice automatica dalla Protezione Civile regionale. Questo ha velocizzato notevolmente la distribuzione dei sacchi di sabbia ai cittadini. All'opera oltre 40 volontari della Protezione Civile. Nella sede di Radio Soccorso Cesenatico i volontari hanno continuato anche sabato preparare altri sacchi di sabbia.

Il maltempo concederà una breve tregua. Incombe infatti all'orizzonte un'irruzione di aria gelida di matrice artico-siberiana che tra domenica e lunedì porterà anche nevicate sparse anche sulla costa. Le temperature subiranno una sensibile diminuzione, con valori anche di 10 gradi al di sotto della media climatica. Nel corso della giornata le massime faticheranno a superare lo zero anche sulla fascia costiera. Il picco dell'ondata di freddo è atteso tra lunedì e mercoledì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento