Tanta pioggia e disgelo, la terra non ce la fa più: serie di frane

Gli effetti della perturbazione atlantica in transito, che ha determinato piogge più intense lungo la fascia tirrenica, si esauriranno nelle prossime ore

Si gonfia il Savio, foto di Davide Sapone

Con le ultime piogge che hanno interessato l'entroterra cesenate nella nottata tra martedì e mercoledì, unito allo scioglimento della neve caduta abbondante nelle ultime settimane, è tornato ad alzarsi il livello dei fiumi. Il Savio si è portato sopra il livello di soglia “giallo”, con un picco mercoledì mattina a Cesena di 4,29 metri. Le ultime precipitazioni stanno causando disagi soprattutto nelle vallate del Rubicone. A Sogliano al Rubicone è franata una porzione di via Aldo Moro, sotto il campo sportivo. Problemi anche nella vallata del Savio. Martedì è stata chiusa la provinciale Borello-Ranchio per caduta massi.

Gli effetti della perturbazione atlantica in transito, che ha determinato piogge più intense lungo la fascia tirrenica, si esauriranno nelle prossime ore. Al suo seguito si instaureranno condizioni di variabilità tra giovedì e venerdì con alternanza di schiarite ed annuvolamenti e temperature che di giorno si porteranno su valori gradevoli, ma da sabato incombe un nuovo peggioramento. Nel corso del fine settimana si attende nuvolosità diffusa accompagnata da piogge persistenti sull'intero territorio, mentre lunedì i fenomeni saranno deboli e sparsi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento