Sindacato Sulpl contro il sindaco: "Restituirel'arma all'agente"

"“Perché il Sindaco di Cesena non ha firmato la riassegnazione dell’arma a Giampiero Rondini dopo che il TAR ritenendo fondato il ricorso ha annullato il provvedimento definendolo “ILLEGITTIMO”"

“Perché il Sindaco di Cesena non ha firmato la riassegnazione dell’arma a Giampiero Rondini dopo che il TAR ritenendo fondato il ricorso ha annullato il provvedimento definendolo “ILLEGITTIMO” poiché adottato dal Sindaco con “motivazione del tutto insufficiente ed irragionevole”?”, il sindacato della polizia municipale SULPL invita il Sindaco Lucchi a restituire l’arma di servizio in ottemperanza alla sentenza n. 292 del TAR della Regione Emilia-Romagna “altrimenti inviteremo tutti gli operatori di Polizia Municipale di Cesena a restituire l’arma al sindaco”.

 

Continua la nota: “La segreteria regionale del SULPL esprime piena e profonda solidarietà al collega, Assistente Giampiero Rondini che sin dal luglio scorso è stato sottoposto ad una gogna mediatica senza avere la possibilità di potersi difendere in alcun modo, poi è stato disarmato dal Sindaco con un provvedimento che il TAR ha giudicato “ILLEGITTIMO” poiché adottato dal Sindaco con “motivazione del tutto insufficiente ed irragionevole”. Il silenzio da parte del Sindaco e di tutta l’amministrazione è un silenzio assordante; l’A.C. sa benissimo che il TAR, ove ritenga fondato il ricorso, annulla il provvedimento impugnato, e l'autorità amministrativa dovrà uniformarsi ai criteri in essa fissati infatti le sentenze del TAR sono immediatamente esecutive e acquistano valore di cosa giudicata”.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Intanto al comando di P.M. si preparano i servizi del prossimo mese senza variazioni per il collega vittorioso al TAR.  Il SULPL invita il Sindaco a rompere questo incredibile silenzio e a riassegnare l’arma al collega; se non lo farà questo Sindacato si farà promotore di una clamorosa azione di solidarietà di tutti i colleghi della P.M. cesenate al collega Rondini invitandoli a riconsegnare l’arma al Sindaco se questo non tornerà a rispettare la legge e le sentenze” conclude la segreteria regionale Emilia-Romagna SULPL.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento