Simula un incidente per metter a segno la truffa: ma la vittima non ci casca

Nei confronti dell’indagato, verrà richiesta l’emissione di un provvedimento di divieto di ritorno nel Comune

I Carabinieri della Compagnia di Cesenatico hanno rafforzato i servizi anti-truffa dopo che erano stati segnalati diversi tentativi di raggiro con la tecnica dello specchietto. Un 26enne, residente nel siracusano, e già noto alle forze dell'ordine non solo per reati specifici, ma anche per inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, violenza, resistenza, oltraggio e minaccia a un Pubblico Ufficiale, rifiuto d’indicazioni sulla propria identità personale, è stato denunciato a piede libero per danneggiamento e tentata truffa.

All’esito degli accertamenti è emerso che, nella mattinata dello scorso 3 agosto, al confine tra Villamarina e Gatteo a Mare, ha simulato un incidente stradale tra la propria auto e quella condotta da un turista quarantaquattrenne tedesco (una Mercedes Classe B), chiedendo il risarcimento per la rottura dello specchietto retrovisore laterale della propria vettura. L'individuo si è dato alla fuga quando la vittima ha richiesto l’intervento delle forze dell'ordine. Nei confronti dell’indagato, verrà richiesta l’emissione di un provvedimento di divieto di ritorno nel Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento