rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Savignano sul Rubicone

Savignano, delinquenza e degrado: 50mila euro per potenziare la videosorveglianza

Nel documento si legge che la Prefettura di Forlì-Cesena avvierà un tavolo di monitoraggio permanente con Forze dell'ordine ed enti locali, richiedendo anche il coinvolgimento, qualora necessario, dei reparti speciali delle Forze di polizia

Si articola su più fronti l'intervento di contrasto alla delinquenza che l'amministrazione comunale di Savignano ha avviato sul territorio, lavorando di concerto con gli altri Comuni dell'Unione Rubicone e Mare. Insieme agli altri otto sindaci, il primo cittadino savignanese Filippo Giovannini ha infatti discusso il Patto per la sicurezza per le attività di prevenzione e contrasto di quei fenomeni che minano nel profondo la percezione di sicurezza dei cittadini come furti nelle abitazioni, abusivismo commerciale e degrado urbano.

Nel documento si legge che la Prefettura di Forlì-Cesena avvierà un tavolo di monitoraggio permanente con Forze dell'ordine ed enti locali, richiedendo anche il coinvolgimento, qualora necessario, dei reparti speciali delle Forze di polizia. La Questura di Forlì-Cesena, a sua volta, intensificherà controlli e attività di contrasto ai furti nelle abitazioni. Nelle prossime settimane arriverà invece in ogni casa il pieghevole “Stare Sicuri”, il volantino informativo redatto dal Comune, e condiviso con Prefettura e forze dell'ordine, per avere sempre sotto mano le informazioni utili alla propria sicurezza in casa e per strada.

L’opuscolo – spiega l'assessore alla Sicurezza Natascia Bertozzi –, che verrà distribuito in tutte le case di Savignano, individua precauzioni e accorgimenti utili per evitare situazioni di potenziale rischio nelle diverse circostanze della vita quotidiana; raccoglie inoltre tutti i numeri telefonici per denunciare, anche in forma anonima, ogni situazione anomala o di pericolo, nonché orari e riferimenti del Vigile di Quartiere per fare segnalazioni relative alla propria zona”.

Ammonta poi a 50mila lo stanziamento per il 2015 per ripristinare e potenziare il sistema di videosorveglianza, da implementare anche grazie alle segnalazioni delle Consulte di quartiere. Gli organismi di rappresentanza dei cittadini sul territorio stanno infatti individuando i luoghi più strategici per posizionare i nuovi punti di osservazione. Alle telecamere di monitoraggio cittadino si abbinerà poi l'installazione di un sistema integrato di videosorveglianza sui principali assi viari di ingresso alla città.

“Siamo ben consapevoli che non esiste un'unica azione che risolva un problema così complesso – spiega il sindaco Filippo Giovannini – perciò il nostro approccio, confermato anche al Comitato Provinciale sull’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi giovedì in Prefettura a Forlì, vuole e deve essere organico, lavorando in contemporanea su percezione, prevenzione, deterrenza e controllo. Nei mesi scorsi, come promesso in campagna elettorale, è partita l’esperienza del Vigile di Quartiere - aggiungono il sindaco e l’assessore Bertozzi - per garantire il fondamentale presidio del territorio da parte delle Forze dell’ordine".

"Ora estendiamo e perfezioniamo le installazioni dei sistemi di videosorveglianza nei luoghi pubblici e ci apprestiamo a dare il via ad una campagna informativa. In aggiunta a queste azioni, però, è importante lavorare anche sulla percezione della sicurezza, per rendere Savignano un luogo che trasmetta serenità anche attraverso la cura stessa della città e del suo decoro, dalla singola aiuola alla strada ben illuminata - concludono - Per questo nel prossimo bilancio investiremo circa 1 milione di euro in manutenzioni e riqualificazioni urbane”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Savignano, delinquenza e degrado: 50mila euro per potenziare la videosorveglianza

CesenaToday è in caricamento