Sicurezza, incontro in Prefettura: "Chiederemo rinforzi per l'estate"

L’incontro è stato l’occasione per fare il punto sull’andamento dello stato generale della sicurezza in provincia, in vista dell’approssimarsi della stagione estiva

Si è svolta, nella mattinata di giovedì, presso la Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Forlì-Cesena, una seduta del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, alla quale hanno partecipato i rappresentanti delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, dell’Ufficio Circondariale Marittimo, oltre ai Sindaci di Forlì e di Savignano, ai rappresentanti dei Comuni di Cesena, Cesenatico, Gatteo e San Mauro Pascoli, nonché delle Associazioni di Categoria.
 
L’incontro è stato l’occasione per fare il punto sull’andamento dello stato generale della sicurezza in provincia, in vista dell’approssimarsi della stagione estiva e della correlata necessità di approntare mirati servizi volti, in particolare, al contenimento delle tipologie delittuose più ricorrenti nel periodo, quali l’abusivismo commerciale e i reati predatori.
 
Le zone costiere e collinari della provincia, notoriamente caratterizzate, nel periodo estivo, da consistenti flussi turistici necessitano infatti di un adeguato potenziamento dei servizi  di vigilanza e di controllo del territorio, senza per questo dimenticare il restante territorio provinciale.
 
E’ per questo che, all’esito della seduta del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, sarà avanzata specifica richiesta alle competenti articolazioni del Ministero dell’Interno, richiedendo l’invio di personale di rinforzo – auspicabilmente per periodi più lunghi rispetto al passato, per far fronte, anche per questa stagione estiva,  alle esigenze del periodo estivo, in concomitanza con i consistenti flussi turistici.
 
Nel quadro della  sicurezza partecipata, è stata inoltre condivisa l’esigenza che venga curato il maggior e più generale coinvolgimento possibile degli operatori delle Polizie municipali anche durante il periodo in questione.
 
In tale contesto, si è quindi proceduto alla disamina del redigendo “Patto per la sicurezza per la provincia di Forlì-Cesena”, che, nel prevedere impegni precisi per i vari attori coinvolti (Prefettura, Forze di Polizia ed Enti locali) consentirà di ottimizzare le risorse disponibili, assicurando un più efficace controllo del territorio, anche attraverso l’installazione di impianti di videosorveglianza qualificati, favorendo, inoltre, un sempre maggiore coinvolgimento e concorso dei corpi di polizia municipale e provinciale, nel più generale piano coordinato di controllo del territorio.
 
Il documento prevede anche l’istituzione di un tavolo permanente antiabusivismo – già riunitosi nei giorni scorsi – che, provvederà ad elaborare le strategie di intervento, contribuendo alla lettura dei risultati raggiunti, per la successiva sottoposizione al Comitato Provinciale per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza, in vista delle conseguenti determinazioni.
 
Contestualmente, sono previste iniziative mirate per il contenimento dei furti in abitazione ed è prevista la replica dei servizi interprovinciali che, già lo scorso anno, hanno consentito il perseguimento di soddisfacenti risultati, coinvolgendo l’intero territorio rivierasco regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

Torna su
CesenaToday è in caricamento