rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Si fingono agenti di polizia locale in controlli dell'acquedotto: ma il tentativo di truffa viene sventato

Tentativo di truffa con una finta divisa della Polizia Locale. Non si arresta la lunga scia di raggiri, spesso ai danni di persone anziane, da parte di persone che si presentano come tecnici dei servizi essenziali come gas e acqua

Tentativo di truffa con una finta divisa della Polizia Locale. Non si arresta la lunga scia di raggiri, spesso ai danni di persone anziane, da parte di persone che si presentano come tecnici dei servizi essenziali come gas e acqua, oppure come esponenti delle forze dell'ordine. In questo caso, i malviventi hanno colpito in coppia, con entrambi gli stratagemmi. Lo fa sapere la Polizia Locale dell'Unione dei Comuni Rubicone -Mare. Così la segnalazione: "Segnaliamo che nel nostro territorio lunedì mattina due persone, una delle quali con un'uniforme simile alla nostra, si sono presentate presso un'abitazione sostenendo di avere necessità di entrare per una verifica all'acquedotto o problemi impiantistici non ben precisati. Uno si presenta come tecnico dell'azienda servizi, con una specie di tesserino, e l'altro come agente della polizia locale. E' una truffa e probabilmente si tratta di un pericoloso tentativo di accedere all'abitazione per commettere reati".

Per rendersi più credibili queste persone abilmente buttano una sostanza maleodorante (probabilmente ammoniaca) per sostenere che sia in atto una fuga di gas o la presenza di sostanze pericolose nell'acqua corrente. Nel caso di questa lunedì  il tentativo non è andato a buon fine per la pronta reazione di una delle potenziali vittime. "Evidenziamo che la Polizia Locale non effettua questo tipo di ispezioni tecniche e che nessun operatore di aziende di servizio accede di sua iniziativa alle abitazioni", conclude la segnalazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fingono agenti di polizia locale in controlli dell'acquedotto: ma il tentativo di truffa viene sventato

CesenaToday è in caricamento