"Il circo è abusivo", dal Comune arriva l'ordinanza urgente di sgombero

Nel mirino il Circo Vienna, allestito a Valverde. Il sindaco Gozzoli: "Non saremmo voluti arrivare a questo punto"

Nella giornata di giovedì, il sindaco Matteo Gozzoli ha firmato un’ordinanza che impone lo sgombero dell’area adibita a circo che si trova a Valverde, in via Dante. Nell’area in questione, infatti, "senza alcuna autorizzazione comunale, è attualmente presente il Circo Vienna (Wiener Zirkus), con una struttura adibita a circo e con alcuni animali che fungono da attrazione".

La motivazione che ha indotto il Sindaco a firmare il provvedimento urgente di sgombero non è esclusivamente "la mera assenza di titoli autorizzativi, ma anche e soprattutto per ragioni di sicurezza, di igiene pubblica e, non per ultimo, di tutela del benessere degli animali stessi".

È importante, infine, sottolineare che "l’occupazione abusiva del circo di Vienna riduce la completa funzionalità e fruibilità dell’area. Area che, tramite gara pubblica, è stata regolarmente assegnata al Circo Madagascar che ha quindi i titoli per svolgere l’attività nel mese di agosto".

Il Comune di Cesenatico ha adottato quindi le misure necessarie nei confronti dei proprietari del circo, inviando, prima di tutto, una diffida dallo svolgere l’attività di circo e dall’occupare l’area; ha successivamente disposto un’ordinanza che impone di cessare l’attività di attendamento con animali, in quanto non autorizzata e di procedere al ripristino, entro 48 ore dalla notifica del provvedimento, dei luoghi, con sgombero di tutta l'area interessata. In caso, poi, di non ottemperamento del provvedimento, si procederà ad intervenire con la Forza Pubblica.

“Si tratta di una misura – commenta il Sindaco Matteo Gozzoli – alla quale non saremmo voluti arrivare. I titolari non sono in possesso delle autorizzazioni necessarie né per svolgere l’attività, tanto meno per mantenere in opera la struttura. Inoltre non dimentichiamoci che sono altri i soggetti che hanno regolarmente ottenuto il permesso per svolgere l’attività e hanno il diritto di operare in sicurezza”.

La replica

Controbatte Fabrizio Faggiotto, tour Manager Circo di Vienna: "È arrivato il momento di chiarire il nostro punto di vista, o meglio è giunto il tempo di spiegare la situazione. Da più di un mese siamo attendati a Cesenatico in attesa di ricevere il codice identificativo - codice che ci permetterebbe di lavorare qui o di smontare tutto e andare altrove. Siamo a titolo attendati in un terreno privato per la cui occupazione abbiamo regolarmente pagato il canone di locazione, con noi ci sono i nostri animali per i quali l’Ausl ci ha dato il benestare dopoe averne verificato lo stato di benessere e salute".

"Questo è quanto ed onestamente ci sembra piuttosto chiaro, ciò che davvero è a dir poco fumoso è il comportamento del Comune che ci rimanda di continuo di Commissione in Commissione il rilascio del codice, che ci diffida dallo stare su un terreno privato adducendo ragioni che a dirla fino in fondo non ci sembrano poi così fondate ed in ultimo fa emettere a nostro discapito un atto di sgombero che scade domani mattina. Ma perché anziché far arrivare le Forze dell’Ordine domani mattina il Sindaco non viene da noi e al posto della coattività non usa il dialogo cercando di instaurare con noi quel dialogo che noi stiamo cercando da circa un mese? Noi, caro Sindaco, domani la aspettiamo perché la vita insegna che solo sul dialogo si costruiscono le basi della civiltà".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento