Sgomberato il rifugio della colonia felina nel momento più freddo: protesta animalista

“Abbiamo subito pensato ad un atto vandalico ad un furto , e invece nulla di tutto cio' , proprio con la neve che scendeva copiosa la polizia municipale aveva  tolto  sia le due cucce sia l'auto"

“Qualche giorno fa proprio l'ultima nevicata una gattara a Bagno di Romagna si e' recata come ogni giorno presso una colonia felina censita e da lei alimentata e con stupore ha trovato i  due rifugi per i gatti spariti,le  cucce in questione  erano state posizionate da alcuni benefattori  in un parcheggio sede della colonia ,luogo in cui da anni la gattara fornisce il cibo , erano cucce di legno  provvisorie in attesa di una  raccolta fondi per posizionare delle cucce nuove che fossero di meno impatto paesaggistico con il vicino condominio , o in attesa che il comune le fornisse  come succede anche in altri comuni più sensibili”: lo segnala la presidente dell'associazione 'Protezione animali ambiente'.

“Abbiamo subito pensato ad un atto vandalico ad un furto , e invece nulla di tutto cio' , proprio con la neve che scendeva copiosa la polizia municipale aveva  tolto  sia le due cucce sia l'auto sotto la quale i poveri animali per anni avevano trovato cibo per alimentarsi, ora non esistono altri ripari se non il cunicolo di una fogna dove qualcuno  forse entra e dove per anni a detta della gattara numerosi gattini sono morti, ai poveri gatti non resta che cercare altri buchi  per sopravvivere viste le temperature che a Bagno di Romagna sono piu' rigide. Sapevamo di trovarci in una zona poco sensibile agli animali ma mai pensavamo un comportamento del genere”, spiega.

“Abbiamo provato a fare capire all amministrazione di Bagno di Romagna le reali necessità , per aiutare e agevolare le catture e le sterilizzazioni , abbiamo fornito il nostro aiuto gratuito e disinteressato, abbiamo portato altre 31 cucce e ripari, nessuna risposta. Partirà a breve una lettera al Difensore Civico dell'Emilia Romagna per avere in quella sede una risposta. Ed ora questo atto che noi consideriamo un maltrattamento nei confronti di quei gatti che finalmente avevano trovato un giaciglio piu' caldo di una fogna  Un atto eseguito da chi dovrebbe essere il garante del benessere animale. Credo che da parte del sindaco e degli amministratori di Bagno di Romagna si debba essere fatto un passo indietro, e riposizionare le cucce e riposizionare qualcosa in cui mettere il cibo aspettare che arrivi il buon tempo e con calma e pazienza cercare di spostare i gatti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento