"Soldi certi per il servizio civile", richiesta dei neo-deputati Pd

Un gruppo di deputati del Partito Democratico ha depositato mercoledì pomeriggio un’interrogazione a risposta scritta al Ministro per la Cooperazione internazionale e l' Integrazione, per sapere di quali e quante risorse economico finanziarie può disporre il fondo nazionale per il servizio civile

Un gruppo di deputati del Partito Democratico ha depositato mercoledì pomeriggio un’interrogazione a risposta scritta al Ministro per la Cooperazione internazionale e l' Integrazione, per sapere di quali e quante risorse economico finanziarie può disporre il fondo nazionale per il servizio civile per l’anno 2013. E per sapere per quale motivo i cinquanta milioni individuati dal Ministro Riccardi come possibili ulteriori fondi per il servizio civile non sono stati ancora assegnati.

Tra i firmatari dell’interrogazione anche gli onorevoli romagnoli Enzo Lattuca e Marco Di Maio. I deputati ritengono infatti che il servizio civile possieda un elevato valore educativo che «porta i giovani a sperimentare e praticare con maggior consapevolezza la cittadinanza attiva, sviluppando il senso civico ed una maggiore percezione dei valori democratici, ad aiutare la categorie più svantaggiate dei cittadini (portatori di handicap, immigrati, bambini difficili, malati terminali, ecc.) nonché ad aiutare a salvaguardare il patrimonio pubblico», e che per questo vada tutelato e favorito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In campagna elettorale Lattuca aveva sottoscritto l’appello dell’ “Alleanza per il futuro del servizio civile nazionale”, sostenendo che «forse il servizio civile non può essere una risposta risolutiva alle difficoltà, anche lavorative che vivono i giovani, ma può essere uno strumento che fa ripartire la speranza verso il futuro. Per questo occorrerebbe, come propone l’appello dell’Alleanza, ripristinare uno stanziamento adeguato e garantire un numero annuale di posti certo. Ad oggi Lattuca conferma che da parte sua «c’è l’impegno a seguire questo tema, a sostenere il Governo nella sua azione di riforma della legge e a garantire un finanziamento stabile».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

  • Titolare del chiosco e attrice, una cesenate protagonista in tv ai "Soliti ignoti"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento