menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Servizio civile comunale, parte il nuovo progetto per i giovani

Da un punto di vista pratico, i progetti di servizio civile comunale avranno una durata di sei mesi, prevedendo un impegno complessivo di 500 ore

Cesena si prepara a lanciare il servizio civile comunale. Nei giorni scorsi la Giunta ha approvato le linee guida che dovranno essere seguite per la presentazione dei progetti, stanziando 30mila euro per coprire le indennità mensili dei ragazzi che aderiranno all’iniziativa. “L’istituzione di un servizio civile comunale – ricordano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore al Lavoro, Sviluppo e Giovani Tommaso Dionigi – è una delle azioni indicate nel Piano di Mandato per favorire il protagonismo e la partecipazione giovanile".

"Un obiettivo strategico che riteniamo prioritario, specialmente in questa fase storica, in cui la prolungata situazione di crisi economica rischia di segnare in modo indelebile un’intera generazione, prigioniera dell’esplosione della disoccupazione giovanile, della precarietà professionale, dell’impossibilità a progettare il proprio futuro con la necessaria serenità - proseguono gli amministratori -. In questo quadro a rimetterci è l’intera comunità, perché tarpare le ali ai giovani, alle loro aspettative, alle loro competenze, alle loro energie, significa rinunciare al loro apporto come fattore di crescita e di dinamismo sociale. Ecco perché riteniamo fondamentale mettere in campo ogni intervento utile a promuovere opportunità di formazione e di crescita individuale, che possano tradursi in momenti di crescita personale, ma anche avere rivolti positivi per la collettività: la proposta di servizio civile comunale va appunto in questa direzione”.

Il progetto di ‘impegno civile volontario’ è rivolto a ragazze e ragazzi fra i 18 e i 24 anni residenti nel Comune di Cesena, e mira ad offrire loro la possibilità di formarsi, acquisire conoscenze ed esperienze e maturare una propria coscienza civica all'interno di progetti di solidarietà, cooperazione, assistenza, sviluppato all’interno degli enti accreditati (1^-2^-3^-4^ classe) che operano nel territorio del Comune di Cesena e aderiscono al Coordinamento Provinciale degli Enti di Servizio Civile Ampio il ventaglio dei possibili ambiti progettuali: assistenza, protezione civile, ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale.

Da un punto di vista pratico, i progetti di servizio civile comunale avranno una durata di sei mesi, prevedendo un impegno complessivo di 500 ore; questo significa per i volontari i volontari circa 20 ore di servizio alla settimana, suddivise su 4 o 5 giorni. Naturalmente, le attività previste dai vari progetti dovranno essere condotte nel rispetto della normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. A fronte di questo impegno, l’Amministrazione comunale di Cesena coprirà l’indennità a favore dei volontari, per un importo di 300 euro mensili, e provvederà a liquidarla direttamente ai giovani volontari. Dal canto loro, invece, gli enti che ospiteranno i volontari dovranno garantire tutti gli aspetti organizzativi, il tutoraggio del volontario, la formazione specifica relativa al progetto, ecc. Sulla base delle linee guida approvate dall’Amministrazione, a breve sarà pubblicato l’avviso rivolto agli enti accreditati per l’adempimento delle procedure richieste. Il passaggio successivo sarà il bando rivolto ai giovani interessati.

L'Arci Servizio Civile Cesena saluta "con grande soddisfazione" l'istituzione del servizio civile comunale promosso dalla Giunta Lucchi che va ad affiancarsi al servizio civile nazionale e regionale. "Riteniamo che questa nuova opportunità per i giovani cesenati non vada in conflitto con il servizio civile nazionale, che ha come finalità specifica la difesa della Patria con mezzi ed attività non militari, ma sia complementare favorendone i percorsi di cittadinanza attiva rivolti alle ragazze e ai ragazzi del nostro comune - evidenzia l'Arci Servizio Civile -. Il nostro ente, assieme alla Caritas Diocesana e con il supporto del Coordinamento Provinciale Enti di Servizio Civile Forlì'- Cesena, è stato il primo a proporre all'Amministrazione Comunale di Cesena la creazione di un servizio civile comunale per dare una risposta alla crisi economica, alla disoccupazione giovanile e a quel senso di smarrimento e sfiducia che sta affliggendo tantissimi giovani e le loro famiglie. Sfiducia e smarrimento che rischiano di tagliare fuori dai processi di sviluppo e di rinnovamento della nostra società intere generazione di giovani".

"Per questo riteniamo che la scelta fatta dal Comune vada nella direzione giusta in quanto investe sul futuro dei ragazzi, sul futuro di una comunità - prosegue l'ente -. Questa è sicuramente una piccola opportunità ma, assieme al rilancio del servizio civile nazionale avvenuto in questi ultimi due anni con nuove risorse finanziarie da parte del Governo Renzi, possono ridare fiducia ad un'intera generazione in quanto potrà accedere a nuove esperienze formative, di crescita civica e professionale, di conoscenza dei bisogni nei propri territori e comunità, potrà essere felice di "sporcarsi le mani" sapendo di dare il proprio concreto contributo per una società migliore. Arci Servizio Civile parteciperà al servizio civile comunale con alcuni progetti che si affiancheranno a quelli approvati dallo Stato per il prossimo bando previsto in maggio in cui mettiamo a disposizione dei giovani oltre 80 posti in diversi ambiti e attività".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento