menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovani, quattro posti a disposizione per il servizio civile in Caritas

Possono partecipare tutti i ragazzi e le ragazze dai 18 ai 28 anni (28 anni e 364 giorni)

È stato pubblicato nei giorni scorsi il bando di selezione dei volontari per i progetti di Servizio Civile regionale. La Caritas diocesana di Cesena-Sarsina, in coprogettazione con la Caritas di Forlì-Bertinoro, propone per il 2017 il progetto “Insieme per aiutare”. Possono partecipare tutti i ragazzi e le ragazze dai 18 ai 28 anni (28 anni e 364 giorni). Il progetto prevede la possibilità di impiegare 4 giovani: 2 per la sede Caritas di Cesena e altrettanti per la sede Caritas di Forlì. Le sedi di attuazione del progetto sono per Cesena, il Centro di Ascolto Caritas Diocesana Cesena-Sarsina, in via Don Minzoni, 25; per Forlì, il Centro di ascolto e prima accoglienza Buon Pastore, in via Fossato Vecchio 20. Il settore di intervento riguarda l’assistenza; l’area di intervento è sul disagio adulto. La scadenza per la consegna della domanda è il 15 maggio alle 14. Per informazioni sul progetto: Caritas diocesana Cesena-Sarsina, via Don Minzoni, 25 - 47521 Cesena (Fc), dal lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 12,30. Il referente è Giulia Matassoni (telefono 0547 22423).

"Svolgere servizio civile in Caritas - viene illustrato - significa promuovere un servizio a favore delle persone più svantaggiate, prendendo coscienza dei disagi della comunità del territorio; investire, per i giovani che lo svolgono, nella propria formazione intesa come crescita personale; e sensibilizzare a una cultura della nonviolenza, della pace e della solidarietà sociale".Il progetto “Insieme per aiutare” si propone di "ascoltare i bisogni e portarli a conoscenza delle istituzioni e dei soggetti preposti a dare loro risposte congruenti; erogare servizi che rispondano ai bisogni primari delle persone; orientare, per avviare al mondo del lavoro, alla compilazione dei documenti per gli adempimenti burocratici; promuovere e coordinare le iniziative e le attività rivolte a persone in situazione di bisogno in collaborazione con altri attori che, sul territorio, possono intervenire sul medesimo problema; e offrire percorsi formativi per gli operatori".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento