Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Cervese Nord / Via Zuccherificio

Massaggi cinesi con finale hard: scatta uno nuovo sequestro a Cesena

Il provvedimento è stato richiesto dal sostituto procuratore Filippo Santangelo e firmato dal giudice per le indagini preliminari Monica Galassi

Sequestro preventivo per il centro massaggi cinesi di via Zuccherificio. Ad eseguirlo sono stati mercoledì scorso gli agenti della Squadra Mobile di Forlì-Cesena. Il provvedimento è stato richiesto dal sostituto procuratore Filippo Santangelo e firmato dal giudice per le indagini preliminari Monica Galassi. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, dopo aver raccolto anche le testimonianze di clienti, all'interno venivano svolte "prestazioni sessuali", come specificato nel provvedimento firmato dal giudice.

In particolare sono finiti nei guai i due titolari dell'attività: si tratta di un cinese di 41 anni, indagato per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, e della massaggiatrice, anche lei cinese, 28enne, che dovrà rispondere in concorso col connazionale del reato di falso. E' stato appurato che la donna operava nonostante la titolarità dei requisiti di estetista, affidata ad una prestanome risultata estranea alla vicenda. Le prestazioni del centro erano pubblicizzate anche sul web. I massaggi a luci rosse costavano 60 euro, in media ne venivano effettuati una quindicina al giorno.

Già nello scorso febbraio la Polizia era intervenuta per chiudere 15 centri massaggi orientali su tutta la provincia di Forlì-Cesena. E poche settimane fa sempre la Squadra Mobile aveva provveduto ad un altro arresto e la chiusura di altri due centri massaggi a Cesena (via Oberdan) e Cesenatico (via Saffi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massaggi cinesi con finale hard: scatta uno nuovo sequestro a Cesena

CesenaToday è in caricamento