Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Senza licenza e vicina ai luoghi sensibili, sotto sequestro la sala scommesse abusiva

Il titolare e un dipendente denunciati dalla Polizia, l’agenzia operava per conto di un bookmaker austriaco

Un'agenzia di scommesse che operava senza alcuna licenza e violando la normativa regionale, che impone una distanza minima dai luoghi sensibili. Nella giornata di giovedì il personale dell’ufficio Polizia amministrativa e sociale del commissariato di Cesena, ha sequestrato una sala scommesse ritenuta dalla Polizia totalmente abusiva.

Il sequestro è stato disposto dal gip del Tribunale di Forli su richiesta del pm, a finire nei guai il titolare della sala e un dipendente che gestiva la raccolta delle scommesse in assenza dello stesso. Secondo il Commissariato, l'attività messa sotto sequestro è risultata priva della necessaria autorizzazione amministrativa dell'Agenzia delle Dogane e Monopoli di Stato e della licenza di Pubblica Sicurezza. La sala scommesse operava per conto di un bookmaker austriaco, tramite computer utilizzati per l'accettazione di scommesse e denaro, oltre che il rilascio dei tagliandi di gioco.  Sempre secondo le accuse, l'agenzia violava anche la legge regionale che prevede una distanza minima di 500 metri dai luoghi considerati sensibili ed il cambio di destinazione d’uso, da attività commerciale a sala dedicata alle scommesse. 

Il titolare e un dipendente sono stati denunciati per esercizio abusivo di attività di gioco o scommesse, che prevede la reclusione, per la violazione della legge regionale relativa all’omesso cambio di destinazione d’uso dei locali, nonchè per l’omessa esposizione nei locali della tabella dei giochi proibiti rilasciata dall’Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza.    


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza licenza e vicina ai luoghi sensibili, sotto sequestro la sala scommesse abusiva

CesenaToday è in caricamento