Il "Sentiero della Pace" del parco Cesuola intitolato al papà dei quartieri Michele Massarelli

Nato a Bonefro, in provincia di Campobasso, il 3 dicembre 1918, laureato in Giurisprudenza e in Filosofia all’Università di Roma, Michele Massarelli fu una figura di primissimo piano nella vita sociale e civile di Cesena

E’ stato ufficialmente intitolato a Michele Massarelli il ‘Sentiero della pace’, cioè il percorso ciclopedonale che si snoda dall’Osservanza a Ponte Abbadesse lungo il corso del Cesuola. A sancire la nuova denominazione c’è ora anche una targa toponomastica all’ingresso del sentiero, collocata nei giorni scorsi alla presenza del sindaco Paolo Lucchi, degli assessori Elena Baredi e Maura Miserocchi e di un nutrito gruppo di cittadini.

In realtà, già nel 2006, quando il sentiero fu realizzato, era stata avanzata la proposta di dedicarlo a Massarelli, ma l’iniziativa venne fermata per rispettare la volontà dei figli, che desideravano lasciar trascorrere i dieci anni previsti dalla legge in materia di intitolazione. Nel 2012, nel decimo anniversario della morte - avvenuta l’11 febbraio 2002 - la procedura è stata ripresa dalla Commissione Toponomastica (di cui lo stesso Massarelli fu per lunghi anni protagonista e prezioso collaboratore), anche dietro le sollecitazioni arrivate al sindaco da vari cittadini, per rendere omaggio alla sua indimenticabile figura, alla sua passione civile, alla sua opera di promozione teorica e pratica della partecipazione dei cittadini e di educatore di tante generazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nato a Bonefro, in provincia di Campobasso, il 3 dicembre 1918, laureato in Giurisprudenza e in Filosofia all’Università di Roma, Michele Massarelli fu una figura di primissimo piano nella vita sociale e civile di Cesena, come dimostra la molteplicità dei suoi fronti di impegno: per anni docente di storia e filosofia nelle scuole superiori cesenati, attivo sul fronte sindacale scolastico, per lungo tempo presidente e anima della sezione cesenate di Italia Nostra, fu anche membro dell’Accademia Pascoliana e componente della Commissione Toponomastica fin dal 1985. E ancora, non si può dimenticare che fu protagonista della stagione che negli anni Settanta portò alla nascita dei Quartieri, facendoli diventare uno strumento insostituibile per l’esercizio della cittadinanza attiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento