Scuole superiori, qual è la migliore? Ecco la classifica in base a lavoro e successi universitari

Bene anche il "Righi" e il "Monti". Si tiene conto di voti, preparazione e spendibilità del titolo all'università o nel mondo del lavoro

E' il "Marie Curie" di Savignano la scuola migliore del cesenate. Lo decreta la Fondazione Agnelli che come ogni anno ha pubblicato la classifica Eduscopio. La ricerca incrocia i dati di tutte le scuole italiane, e prende in considerazione i voti degli studenti, la preparazione fornita da licei e istituti e la spendibilità del titolo all'università o nel mondo del lavoro. L'eccellenza cesenate è appunto il "Marie Curie" che ottiene un indice Fga (quello che considera tutte e tre i valori) pari a 79,55 per lo scientifico: 78 per il tecnico-tecnologico e 58,18 per il professionale. Il secondo classificato è il liceo scientifico "Righi" con un valore  Fga di 77,71. Ben il 90% dei diplomati si iscrive all'università. Sul gradino più basso del podio il liceo classico "Vincenzo Monti" che conquista nella classifica Eduscopio un punteggio di 74,17. Qui ben il 71,3% dei diplomati sceglie l'università di Bologna. Al quarto e quinto posto si posizionano rispettivamente lo scientifico "Ferrari" (Istituto Da Vinci) di Cesenatico (70,2) e il liceo delle scienze umane "Monti" di Cesena con il 65,26. Ottimo risultato per il "Pascal Comandini" che spicca come il miglior istituto tecnico-tecnologico con un punteggio di 72,25. Con solo 57,89 punti restano in fondo alla classifica l'istituto tecnico economico "Serra" e l'Agnelli- Da Vinci di Cesenatico (51,8). Qui oltre la metà dei diplomati non si iscrive all'università.

Gli studenti più "fortunati" sul piano lavorativo sono quelli del "Marie Curie". Il 62% trova un contratto di lavoro permanente. L'istituto savignanese presenta diverse eccellenze. Per quanto riguarda l'indirizzo scientifico ben l'85% dei diplomati prosegue gli studi all'università mentre l'indirizzo tecnico-tecnologico sbaraglia tutti per tasso di occupazione (78%). Il liceo "Augusto Righi" conserva complessivamente i dati dello scorso anno. Solo il 6% dei diplomati decide di non immatricolarsi ad un corso universitario. Il "Monti" di Cesena denota invece un netto calo rispetto al 2017 passando dall'82,57 al 74,17 e viene scavalcato tra i licei classici dal "Morgagni" di Forlì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento