Il vescovo si rivolge agli studenti: "Prego perché sappiate dare il meglio di voi stessi"

"Prego perché sappiate dare il meglio di voi stessi". Il vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri ha inviato un messaggio al mondo della scuola

Foto di repertorio

“Prego perché sappiate dare il meglio di voi stessi”. Il vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri ha inviato un messaggio al mondo della scuola. "Frequentare la scuola è un’esperienza che definirei impegnativa ed esaltante insieme - sottolinea il vescovo -. È un’occasione preziosa di incontro e di confronto tra di voi. Vi invito a viverla fino in fondo. Senza dimenticare che a scuola si va per imparare e per studiare. E qui è chiamata in causa la vostra capacità di impegnarvi e di applicarvi. Prego perché sappiate dare il meglio di voi stessi".

Regattieri si rivolge anche ai dirigenti scolastici e ai docenti: "cari insegnanti, voi non avete bisogno che io vi convinca dell’importanza del vostro servizio nella scuola e quindi nella società. Impegnati a favorire la crescita umana e culturale dei ragazzi, mi permetto sommessamente di ricordarvi che al centro di ogni servizio sociale va posta la persona, la persona del ragazzo da accompagnare e da amare".

"Agli insegnanti di religione ricordo che l’anno pastorale 2013-14 avrà come obiettivo comune quello di stare accanto ai giovani e condurli a incontrare Gesù - ricorda il vescovo -. I giovani sono speranza e futuro per la nostra società. Voi occupate, a questo riguardo, una postazione privilegiata e speciale perché state in mezzo a loro e li ascoltate. Entrando nelle singole classi ogni mattina vi sostenga e vi animi una grande passione per il Signore e per il Vangelo affinché possiate aiutare i giovani a essere sempre più protagonisti del loro futuro".

"Anche voi, genitori e famiglie, coinvolti - seppure dall’esterno - nell’esperienza scolastica dei vostri figli, partecipate attivamente alla vita della scuola - chiosa monsignor -. Le preoccupazioni e le gioie dei vostri figli sono anche le preoccupazioni e le gioie vostre. Che i vostri ragazzi sentano che siete loro accanto, che per loro trepidate e per loro gioite, sull’esempio di Maria e di san Giuseppe che, nel pellegrinaggio a Gerusalemme, persero Gesù".

Conclude il vescovo: "La vostra missione di genitori e di educatori risponde a quell’atto generativo per il quale li avete messi al mondo, ma li accompagnate con discrezione e con fermezza nel cammino della vita, specialmente in questa fase così delicata della loro adolescenza. A tutti assicuro la mia preghiera e su tutti invoco la benedizione del Signore".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento