Passione Reggaeton, a Cesena c'è una "professoressa": "Fa bene al corpo e alla mente"

Da una vacanza a Cuba è nata in città una delle prime Academy di Reggaeton in Italia

Greta Gardini in azione

Negli ultimi anni c'è un genere musicale che sta letteralmente spopolando: Il Reggaeton. Per molti una moda, per alcuni soprattutto tra i più giovani, una vera e propria passione. Le tappe italiane dei mostri sacri del genere come Nicky Jam e Jay Balvin fanno sempre sold out, i locali cavalcano l'onda e fanno proliferare più o meno improvvisate serate latine che richiamano tante ragazze e ragazzi, attratti da un genere musicale che è anche un vero e proprio stile di vita.

Ma il Reggaeton è anche e soprattutto un modo particolare di ballare muovendo in modo sinuoso il bacino. Greta Gardini, 34enne di Cesenatico, è diventata "professoressa" di questa disciplina, con il riconoscimento del Coni ha ottenuto a pieni voti il diploma dell'Academy Dance di Roma, diventando maestra di ballo nella categoria Street Dance. Così a settembre ha coronato il suo sogno aprendo a Cesena la "Greta Academy Calle 62", una delle prime scuole di Reggaeton in Italia. Greta racconta la sua passione: "Ballo fin da quando era bambina, la passione per la musica latina è nata invece dopo una vacanza a Cuba e ha contagiato anche i miei genitori. Ho convinto anche loro ad iniziare a ballare e nel corso degli anni sono diventati anche loro maestri di ballo di salsa cubana e folk romagnolo".

"Come mi spiego il successo del Reggaeton? Per quanto mi riguarda è una passione, io non lo vedo come un lavoro. Ho iniziato nelle feste di quartiere, poi col tempo ho capito che stava diventando la mia professione. Soprattutto quando ho superato l'esame all'Academy Dance di Roma che mi ha permesso di insegnare in tutti i centri sportivi".

Le origini del Reggaeton

Il Reggaeton appare alla fine degli anni '70 tra Panama e Porto Rico come genere musicale "scandaloso" con testi dal contenuto sessuale molto esplicito, o che raccontavano storie di droga e episodi di criminalità nei barrios latini. Anche le movenze come il famoso perreo hanno fin da subito un chiaro richiamo sessuale. Dal punto di vista musicale le origini sono quelle del reggae giamaicano mescolato con i ritmi caraibici. Le influenze sono davvero tante: bachata, salsa, bomba, ma anche merengue, hip hop e musica elettronica. La musica è combinata con il rap in lingua spagnola. 

Ma come si balla il Reggaeton? Lo spiega Greta "Ha uno stile molto particolare, si balla muovendo le spalle contemporaneamente al bacino. Poi c'è il dembow, che è la variante dominicana, assomiglia al reggaeton ma ha un ritmo più veloce e ripetitvo,  ha uno stile prettamente urbano". Una musica coinvolgente, alcuni brani sono diventati popolarissimi, dei veri e propri tormentoni, basti pensare a Despacito di Luis Fonsi e Daddy Yankee, che grazie alle piattaforme in streaming è diventata la canzone più ascoltata di tutti i tempi, una hit da quasi sei miliardi di visualizzazioni su Youtube. Negli ultimi anni molti cantanti di fama mondiale come Ricky Martin e Jennifer Lopez si sono cimentati col Reggaeton contribuendo ad amplificare il successo del genere. Ma l'ascesa era iniziata ben prima sul finire degli anni '90 con molti artisti portoricani e cubani che hanno iniziato a esportarlo nel mondo. A Cuba testi e musica si "addolciscono" creando un genere nuovo chiamato Cubaton. La maggior parte degli artisti cubani abbandona testi violenti e di malavita interpretando nelle canzoni l'amore, la gioia di vivere e la voglia di far festa tipica dei cubani. Alla fine è questo il vero spirito del reggaeton, un vero e proprio modo di vivere, che ha contagiato anche il pubblico internazionale. Videoclip da milioni di views che esportano un'immagine patinata dell'Isla Grande che non è propriamente quella che si incontra tra le strade dell'Avana o Santiago di Cuba.

"Il Reggaeton ha numerosi effetti benefici"

"Ascolatare e ballare il reggaeton ha numerosi effetti benefici - spiega Greta - sia sul corpo che sulla mente. Aiuta a scaricare lo stress, fa passare tutti i pensieri, è l'ideale dopo una giornata di tensione e di lavoro". Oltre ovviamente ai benefici per il corpo. il busto e gli addominali sono le zone che lavorano di più seguite da gambe e glutei. Scioglie tutte le articolazioni, rende i movimenti più fluidi, decisi e sensuali, richiede molto fiato perché ha un ritmo particolarmente intenso. Le giornate di Greta sono scandite dai tanti corsi di Zumba Fitness, Reggaeton, Dembow e le altre discipline di Street dance. Ma c'è un'età ideale per cominciare? "I miei corsi sono frequentati da tutte le fasce d'età, si va dai 10 ai 50 anni e oltre, quello che conta è soltanto la voglia di mettersi in gioco e di divertirsi"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento