menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scovato dalla Polizia il 'bullo' del Mercato coperto, denunciato l'aggressore delle guardie giurate

Nella seconda aggressione una guardia giurata aveva rimediato due costole fratturate e 15 giorni di prognosi. Il 21enne non voleva mettersi la mascherina

Ha un volto il 'bullo' che ha aggredito le guardie giurate al Mercato Coperto, un fatto che ha destato scalpore nel cuore della città. E' un 21enne nigeriano identificato dalla Polizia di Stato, e denunciato per lesioni ma anche perchè non in regola con il permesso di soggiorno.

Due le aggressioni nel cuore della città. Nella seconda una guardia giurata aveva rimediato due costole fratturate e 15 giorni di prognosi. Il 21enne non voleva mettersi la mascherina e al richiamo del responsabile della sicurezza, il giovane aveva reagito in questo modo.

La minuziosa attività di indagine del Commissariato guidato dal dirigente Nicola Vitale ha consentito di individuare il responsabile delle aggressioni. Il 21enne è un senza fissa dimora, e le aggressioni risalgono a gennaio e ad inizio febbraio, in entrambi i casi ai danni di vigilantes in servizio all’interno del mercato coperto, intenti a far rispettare le regole anti-Covid.

vitale-3

 Il giovane nigeriano, in un sabato di fine gennaio, era stato sorpreso a fumare all’interno del Foro Annonario da un addetto alla sicurezza. Dopo la 'ramanzina' era uscito all’esterno, per poi rientrare nella struttura colpendo l’uomo alle spalle con una testata alla nuca. Poi la fuga. Analoga l'aggressione risalente invece a circa dieci giorni fa. Richiamato dalla guardia giurata perchè senza mascherina,  il 21enne aveva aggredito con violenza il malcapitato addetto alla sicurezza. Colpito dall'aggressore, la vittima era caduta violentemente in terra rimediando una frattura alle costole.

Il giovane, che nella furia dell’aggressione si era spogliato rimanendo a torso nudo, poco prima dell’arrivo della Polizia, si era dato alla fuga per le vie del centro. Per le indagini sono state decisive le testimonianze delle vittime ma anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Già gravato da diversi pregiudizi di Polizia negli ultimi due anni, il 21enne è stato denunciato per lesioni ma anche perchè risultato non in regola con il permesso di soggiorno. Avviato a suo carico un procedimento amministrativo per il rifiuto del rilascio del titolo.

       

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento