rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Scontri nel pre-partita a Vicenza, piovono 12 denunce per altrettanti supporter bianconeri

Sarà un Natale con una denuncia per 12 tifosi del Cesena che sono finiti segnalati per alcuni recenti scontri avvenuti prima della partita col Vicenza. Infatti è di 12 denunce a carico di altrettanti ultras cesenati il primo bilancio dell'indagine della Digos di Vicenza

Sarà un Natale con una denuncia per 12 tifosi del Cesena che sono finiti segnalati per alcuni recenti scontri avvenuti prima della partita col Vicenza. Infatti è di 12 denunce a carico di altrettanti ultras cesenati il primo bilancio dell'indagine della Digos di Vicenza sugli scontri che hanno preceduto Vicenza-Cesena, mentre è ancora al vaglio la posizione di altri 9 supporter bianconeri.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, nel pre-partita, nelle fasi di afflusso allo stadio, furono registrate delle intemperanze tra tifosi, meglio ricostruite dalla DIGOS della Questura di Vicenza che – all’esito dell’esame delle immagini del sistema di videosorveglianza dell’impianto sportivo – ha provveduto a deferire alla locale Autorità Giudiziaria 12 ultras del Cesena per vari reati. L’attività d’indagine ha consentito di accertare che nonostante i ripetuti inviti rivolti alla tifoseria ospite di utilizzare come uscita autostradale il casello di Vicenza Est dove era allestito un servizio di bus-navetta per raggiungere lo stadio di Vicenza, 25 utras del Cesena, hanno raggiunto, a bordo di 6 autovetture, il parcheggio ospiti in modo isolato ed in largo anticipo sull’orario di inizio partita.

Dopo aver parcheggiato i mezzi, sempre secondo la Digos, i sostenitori cesenati, taluni muniti di oggetti contundenti (ombrelli, aste di bandiera in plastica dura) si sono incamminati verso il bar “Stadio”, in via Natale del Grande, abituale ritrovo pre-partita della tifoseria vicentina. Una volta raggiunto il bar, i tifosi cesenati, utilizzando come oggetti contundenti delle aste di bandiere in plastica dura e delle cinture dei pantaloni, per la polizia hanno aggredito i tifosi vicentini presenti nei pressi del bar “Stadio”1, dando così vita, all’esterno dell’esercizio pubblico, ad una colluttazione tra tifosi, sedata solo dall’intervento del personale delle Forze dell’Ordine sopraggiunto. Nel frangente sono stati accesi un petardo ed un fumogeno dai tifosi ospiti. I sostenitori del Cesena sono stati quindi riaccompagnati nel piazzale riservato alla tifoseria ospite.

La successiva attività investigativa svolta dalla D.I.G.O.S. attraverso la visione dei filmati dell’impianto di videosorveglianza ha consentito di identificare 12 supporter del Cesena, resisi responsabili, a vario titolo, di vari reati rissa, possesso di oggetti contundenti in occasione di manifestazioni sportive, lancio di materiale pericoloso in occasione di manifestazioni sportive e getto pericoloso di cose. Sono rifosi residenti in varie zone del Cesenate e oltre: Bellaria Igea Marina, Sarsina, Gambettola, Bertinoro, Cesenatico, Longiano, Mercato Saraceno, San Mauro Pascoli. Nei confronti degli stessi, da parte della Divisione Anticrimine della Questura, è stata avviata procedura per l’applicazione del DASPO. Coloro che hanno precedenti specifici e che in passato sono già stati destinatari di altro DASPO rischiano l’applicazione del provvedimento per 5 anni con obbligo di firma, mentre per gli altri denunciati si prospetta l’applicazione del DASPO per 3 anni (sempre con obbligo di firma).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri nel pre-partita a Vicenza, piovono 12 denunce per altrettanti supporter bianconeri

CesenaToday è in caricamento