rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Tafferugli fino alla porta del bar Bombonera: 5 poliziotti feriti. Al vaglio una raffica di denunce e Daspo

Minuti di tensione fuori dallo stadio, a Cesena, nel post partita Italia-Ungheria. Una prima avvisaglia di scontri si era verificata già prima della partita

Minuti di tensione fuori dallo stadio, a Cesena, nel post partita Italia-Ungheria. Una prima avvisaglia di scontri si era verificata già prima della partita, ma in quel caso era stato solo un avvicinamento di opposte tifoserie bloccato dalla Polizia che si è  subito frapposta. Non è andata meglio, però, dopo la partita, con il defluire dei 1.600 tifosi ungheresi dallo stadio. Gli scontri si sono verificati in particolare nei pressi del bar Bombonera su via del Mare fino alla veranda dello stesso esercizio pubblico, luogo storico del tifo organizzato cesenate, che ha riportato dei danni.

I tafferugli sono arrivati fino all'ingresso del bar, che è stato presidiato dalla Polizia in tenuta anti-sommossa. Coinvolti anche alcuni food truck presenti su via del Mare, nei pressi del bar. Si è assistito così al lancio di panche in legno e sedie di plastica contro le forze dell'ordine. Protagonisti delle aggressioni sono stati in particolare tifosi italiani e cesenati, che avrebbero cercato il contatto con circa una quarantina di tifosi ungheresi. Il regolamento Uefa per le partite delle Nazionali, infatti, prevede che nei settori distinti e tribune possano acquistare il biglietto liberamente anche i tifosi ospiti, per cui oltre ai circa 1.300 magiari della curva ospite, ben scortati dalle forze dell'ordine alla loro uscita, c'erano altri circa 300 ungheresi che sono usciti alla spicciolata da altri settori dello stadio.

Il sindacato di Polizia: "5 poliziotti feriti non fanno notizia"

E' con questi che avrebbero cercato il contatto in strada, vicino alla rotonda dello stadio, circa 40 cesenati - presenti sul posto come tifo della Nazionale e non come supporter bianconeri e quindi in apparenza senza alcun motivo di rivalità con l'altra squadra - forse infastiditi dalla vicinanza dei magiari al loro ritrovo-simbolo. A quel punto il Reparto Mobile della Polizia è intervenuto energicamente per respingere la tifoseria di casa, fino al bar Bombonera, dove si è verificato l'epilogo degli scontri, con lancio di oggetti contro la polizia in tenuta anti-sommossa. Si contano 5 poliziotti contusi.

VIDEO - Gli scontri dopo la partita

Da parte sua la Polizia sta acquisendo le immagini della Scientifica e operando la ricostruzione dell'accaduto da parte degli operatori delle forze dell'ordine presenti sul posto. L'attività di indagine della Digos (specializzata nella sorveglianza sulle tifoserie violente) ha proceduto in modo serrato per tutta la notte per ricostruire la dinamica dei fatti e le responsabilità. ono già stati identificati alcuni ultras locali e a breve saranno spiccati diverse denunce e Daspo nei confronti di tifosi italiani. Non risultano dal pronto soccorso dei tifosi feriti, anche se sul posto sono state viste persone sanguinanti (che non si sono rivolte al 118 per le cure). Nel corso delle attività di prefiltraggio nel settore ospiti, infine, sono stati rinvenuti numerosi fumogeni ed è stato sequestrato un coltello a serramanico a un tifoso ungherese, che è stato denunciato e allontanato dallo stadio.

L'ordine pubblico

La Questura ha pianificato ed eseguito servizi di ordine e sicurezza pubblica che sono stati eseguiti, dalla mattina di lunedì, anche con l’impiego di contingenti di rinforzo provenienti da altre sedi e consistenti aliquote di poliziotti, carabinieri e finanzieri del territorio. Il cielo di Cesena è stato sorvolato da un elicottero della Polizia di Stato con funzioni di controllo e di segnalazione. Nei servizi di viabilità e scorta delle rappresentative e delle autorità presenti sono stati impegnati la Polizia Stradale e la Polizia Locale di Cesena. 

L'ordine pubblico, al netto di questi pochi minuti, è stato regolare, con la gestione di ben 1.600 tifosi ungheresi presenti a Cesena fin dal pomeriggio, che hanno potuto fare la loro sfilata per le vie del centro in massima sicurezza. Garantita anche la sicurezza anche delle personalità, in primis quella del premier ungherese Viktor Orban, giunto allo stadio un'ora prima tramite un volo atterrato a Forlì. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tafferugli fino alla porta del bar Bombonera: 5 poliziotti feriti. Al vaglio una raffica di denunce e Daspo

CesenaToday è in caricamento