Sciopero, un venerdì di disagi: sindacati e studenti in piazza

Il corteo, da Piazzale Sanguinetti, si è snodato per le vie della città, concludendosi in Piazza del Popolo, dove sono intervenuti i dirigenti sindacali. E' stata una giornata caratterizzata da disagi

Migliaia di persone hanno sfilato nel centro storico di Cesena per lo sciopero generale indetto dai sindacati Cgil e Uil per protestare contro il Jobs Act e le politiche sul lavoro del governo Renzi. Il corteo, da Piazzale Sanguinetti, si è snodato per le vie della città, concludendosi in Piazza del Popolo, dove sono intervenuti i dirigenti sindacali. E' stata una giornata caratterizzata da disagi. Nel trasporto ferroviario stop dalle 9 alle 16 per il personale viaggiante e addetto alla circolazione; mentre per il personale addetto alle attività di ristorazione e pulizia, nonché quello delle imprese ferroviarie merci private, ha incrociato le braccia fino alle 17.

Nei settori afferenti al pubblico impiego ha scioperato per l'intera giornata chi offre servizi 24 ore su 24, come la sanità, organizzata su tre turni; mentre hanno scioperato per turno di lavoro chi fa front office o orari d’ufficio. Sul fronte scolastico, ha incrociato le braccia il personale docente/educativo, dirigenti scolastici e presidi incaricati. Start Romagna ha comunicato che "non sarà in grado di assicurare il normale svolgimento dei servizi", ma che "saranno assicurate tutte le corse dalle 5.30/8.30 e dalle 13 alle 16".

Per Cgil e Uil le adesioni hanno toccato "percentuali del 100% alla Coop Muratori e del 95% alla Trevi (edilizia); 90% alla Sacim, 85% alla Celbo, 93% alla Fira (metalmeccanici); 70% all’ Avicoop e 50% alla Orogel ( agroalimentare); 75% Vicini e 50% Baldinini ( calzaturiero); 100% Slemensider, oltre 60% Camst (commercio) .Ottime percentuali di adesione allo sciopero nella sanità e negli enti locali, anche se i dati ufficiali verranno comunicati in seguito. Nutrita e colorata la partecipazione al corteo che è partito da Piazzale Sanguinetti per attraversare tutta la città ed arrivare poi in Piazza del Popolo, la piazza cesenate delle grandi occasioni. Migliaia di persone, in gran parte giovani, hanno aderito alla protesta sindacale".

"Si può notare una mutazione nel corpo tradizionale dei manifestanti, prima composto maggiormente da pensionati, mentre ora alla sempre forte presenza delle “pantere grigie” si affianca quella irruente e colorita dei giovani; significativa anche la presenza dei lavoratori immigrati; un bel segno di integrazione con le problematiche del Paese che li ospita - aggiungono i sindacati -. Negli applauditissimi discorsi di chiusura della manifestazione, condotta dalla Segretaria Generale della Cgil Lidia Capriotti, si sono alternati Marcello Borghetti, da poco eletto Segretario Generale della Uil cesenate, Antonella Fantini delegata sindacale dell’ azienda Avicoop (Amadori), del sindacato dei lavoratori agroindustriali Uila-UIL; Luciana Tassinari, pensionata, del sindacato pensionati Spi CGIL; Lorenzo Garattoni, studente al 5° anno del Liceo Scientifico Maria Curie di Savignano, della Rete degli Studenti; ed infine il Segretario Organizzativo della Cgil dell’ Emilia Romagna, Pietro Bellucci".

"Un filo rosso ha caratterizzato tutti gli interventi - proseguono Cgil e Uil -. La richiesta al Governo Renzi di smetterla con le chiacchere, i proclami, le vane dichiarazioni, per passare alla fase della considerazione, del rispetto e del confronto col mondo del lavoro e con le sue organizzazioni. Gli intervenuti hanno insistito sulla necessità di una revisione del Job Act che recuperi il diritto alla reintegra in caso di licenziamento ingiusto; sull’estensione ai pensionati del beneficio fiscale degli 80 euro; sul rinnovo dei contratti della Pubblica amministrazione. Tutti concordi anche nella richiesta al Governo Renzi di passare dalle chiacchere ai fatti, mettendo a disposizione le risorse per finanziare lo sviluppo del Paese e l’ aumento dei posti di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento