menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perde l'orientamento per colpa della nebbia: salvato dal Soccorso Alpino

Il romagnolo era salito da solo, diretto ala vetta. Scendendo, invece di prendere la Val Martello, a causa della nebbia ha imboccato la Val Cedec

Tradito dalla fitta nebbia. Brutta avventura a Santa Caterina Valfurva, in provincia di Sondrio, per un scialpinista longianese di 56 anni, che ha perso l'orientamento sul Cevedale a causa della scarsa visibilità. Il fatto è avvenuto martedì. Il romagnolo era salito da solo, diretto ala vetta. Scendendo, invece di prendere la Val Martello, a causa della nebbia ha imboccato la Val Cedec. Trovandosi in difficoltà, perché non riusciva a capire dove si trovava, ha pensato di chiedere aiuto.

Le squadre del Soccorso alpino di Santa Caterina Valfurva del Cnsas Lombardo (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico) sono state allertate dalla Centrale operativa. Sono subito partiti otto tecnici, mentre altri sette erano pronti in base per intervenire a supporto qualora ce ne fosse stato bisogno. Sul posto anche cinque uomini del Soccorso alpino Guardia di Finanza e i Vigili del Fuoco, più due elicotteri, che hanno trasportato i soccorritori in quota, fino a dove la visibilità lo ha consentito, per accelerare i tempi dell’intervento. Lo scialpinista, illeso, è stato localizzato, raggiunto e accompagnato a Santa Caterina Valfurva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento