Cronaca Bagno di Romagna

"La Scarpinata" centra il successo e prepara il bis

Una manifestazione per rievocare la cultura contadina quasi dimenticata. Si è trattato infatti di una passeggiata piacevole nei boschi che ha unito turismo, gastronomia, storia

È stata segnata da un entusiasmante successo la prima edizione a Bagno di Romagna de “La Scapinata”, una passeggiata che è stata un viaggio tra gli usi e i costumi dei contadini e i mezzadri di una volta, tenutasi nelle giornate del 29 e 30 Giugno 2013.

Una manifestazione che ha voluto rievocare la cultura contadina non troppo lontana dai nostri tempi ma che ormai è quasi dimenticata. Si è trattato infatti di una passeggiata piacevole nei boschi che ha unito turismo, gastronomia, storia e sapere degli anni intorno alla metà del secolo scorso.

Organizzata dall’Associazione Bellappennino Savio–Tevere, in collaborazione con Confesercenti Cesenate, Coldiretti di Forlì–Cesena, Romagna Acque, Società Sportiva Bagnese, Associazione Arcieri del Montecomero, Compagnia La Crocina, Compagnia di Gnomo Mentino, Misericordia di Alfero, con il patrocinio del Comune di Bagno di Romagna, Comunità Montana e altre associazioni locali.

Una iniziativa che ha coinvolto gli abitanti della intera zona, come non si era forse mai visto.

“Siamo particolarmente soddisfatti della riuscita della manifestazione – commenta entusiasta Pasquale Ambrogetti, presidente della Confesercenti di Bagno di Romagna e membro di Bellappennino Savio-Tevere – che ha visto impegnate direttamente nella sua realizzazione oltre 100 persone. Un particolare ringraziamento penso debba andare a Enrico Camillini, Luca Gradassi e a tutti gli amici, tra i quali i coltivatori e gli allevatori di Bagno di Romagna, San Piero, Alfero e Verghereto, che si sono spesi senza risparmiarsi per la buona riuscita della iniziativa”.  

Il programma prevedeva tanti spettacoli, divertimenti, assaggi di cibi nostrani e dimostrazioni del modo di vivere e lavora del mondo contadino.

In tutte le soste erano presenti acqua e buon Sangiovese.

Al termine del percorso si è svolta una sfilata lungo le vie del paese sino a convergere nella piazza del paese, guidata dal Fattore seguito da tutti gli animali da lavoro, i contadini mezzadri e il popolo.

Durante tutta la giornata in via Lungo Savio si è svolto il mercatino di prodotti tipici dell'agricoltura.

Presso Loggetta Lippi si è potuta osservare una mostra degli attrezzi agricoli usati nel lavoro dei campi e per l'uso domestico, insieme ad una mostra fotografica di arti e mestieri della metà del Novecento.

In tutte le tappe erano presenti lavoranti vestiti con abbigliamento d’epoca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La Scarpinata" centra il successo e prepara il bis
CesenaToday è in caricamento