Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Savignano, sottopasso e semaforo a chiamata: più sicurezza ai pedoni sulla via Emilia

Con circa 108mila euro di investimento il Comune interviene in due diversi punti di attraversamento della statale

Doppio investimento in funzionalità e sicurezza per il tratto urbano della via Emilia nell’abitato di Savignano: con circa 108mila euro di stanziamento si interviene infatti in due diversi punti di attraversamento della statale, in centro e nelle frazioni. “Due interventi – spiegano il sindaco Filippo Giovannini e l'assessore ai Lavori pubblici Stefania Morara - che danno risposte in termini di sicurezza migliorando al contempo anche estetica e fruibilità. Intervenire sulla via Emilia, visto il coinvolgimento di altri enti, richiede tempi più lunghi, ma ora che abbiamo tutti i nulla osta necessari possiamo intervenire in tempi rapidi garantendo la necessaria efficacia”.

Intervento più corposo, partito da qualche giorno, è il completo rifacimento del sottopasso ciclopedonale di via Roma, da anni bisognoso di restyling perché molto danneggiato da usura e allagamenti. I circa tre mesi di lavoro permetteranno di riconsolidare pavimento e gradini, molto usurati dal tempo, rimuovendo l’attuale rivestimento in gomma nera. L’illuminazione verrà potenziata con quattro nuove lampade, collegate al nuovo impianto elettrico rifatto ex novo, così come la pompa per drenaggio per scongiurare il rischio allagamenti. Nuovi corrimano in metallo sui tre punti di accesso (due lato monte, uno lato mare) renderanno più sicuro e fruibile la salita e la discesa per le scale, realizzati con le medesime finiture in ferro zincato color antracite che verranno impiegate per i nuovi parapetti di sicurezza da installare in superficie in corrispondenza dei tre ingressi. La ritinteggiatura di tutte le pareti – oggi gravemente imbrattate - completerà l’opera aumentando ulteriormente la luminosità del percorso. Costo complessivo: 70mila euro per progettazione e realizzazione.

Sarà invece in superficie il nuovo attraversamento pedonale con semaforo “a chiamata” sulla via Emilia in località San Giovanni, richiestissimo dai residenti della frazione e molto funzionale per l’accesso al Museo del compito. Grazie a un nuovo semaforo a chiamata, all’altezza del km 16, il traffico sulla statale verrà fermato ogni qualvolta pedoni o ciclisti avranno necessità di attraversare. Premere il pulsante di chiamata attiverà l’accensione, nel giro di qualche secondo, della luce rossa di interdizione temporanea del traffico. “Per poter intervenire su questo tratto, di competenza di Anas – spiega l’assessore alla Sicurezza Natascia Bertozzi – è stato preventivamente necessario richiedere un nulla osta, rilasciato solo a fine 2018, così come si è dovuto interpellare anche Agenzia Mobilità Romagnola per la fermata del bus, che troverà ora una nuova collocazione più funzionale”. L’impianto infatti – il cui costo di realizzazione è di circa 38.500 euro - sarà installato all’altezza della trattoria e del Museo archeologico, rendendo necessaria anche un minimo spostamento della pensilina di attesa dell’autobus, sul lato mare alla fermata “Incrocio via Montilgallo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Savignano, sottopasso e semaforo a chiamata: più sicurezza ai pedoni sulla via Emilia

CesenaToday è in caricamento