Si Fest e Savignano si trasforma nella capitale della fotografia

La 21esima edizione prenderà il via venerdì 14 settembre alle 18.30 in Piazza Borghesi proponendo mostre, ma anche atelier, letture portfolio e tavole rotonde per mettere a fuoco il "fare fotografia"

Torna il Si Fest e Savignano si trasforma nella capitale italiana della fotografia. La 21esima edizione prenderà il via venerdì 14 settembre alle 18.30 in Piazza Borghesi proponendo mostre, ma anche atelier, letture portfolio e tavole rotonde per mettere a fuoco il «fare fotografia». I direttori artistici Stefania Rossl e Massimo Sordi hanno accuratamente selezionato lavori firmati in Messico, Stati Uniti, Sudafrica, Inghilterra, ma anche Svezia, Austria e Croazia. Tutto nel rispetto del tema di quest’anno: “Imparando dalla fotografia”.

Il risultato è una scorpacciata delle opere di Ute e Wener Mahler che, in una anteprima italiana, presentano un progetto dedicato alle tante “Monna Lisa del XXI secolo”. Il riferimento non tradisce le aspettative: hanno colto le pose di numerose donne, ognuna con il proprio sorriso beffardo di leonardesca memoria. Non manca l’immersione nel fotogiornalismo d’autore con l’acclamato lavoro sulla Polonia di uno dei più innovativi e quotati fotografi della Magnum: Mark Power e il suo The sound of two song. Con un viaggio al cuore del paese, Power racconta la sua Polonia in una storia lunga cinquanta scatti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C’è una parola che fa da triste ritornello sia che si parli di economia che di arte: è la crisi. E l’assessore alla cultura Antonio Sarpieri sa cosa significa se si parla di una forma d’arte che "spesso è stata ignorata dai finanziamenti statali". La soluzione? "Si chiama Area Vasta, lavorare in rete. E l’abbiamo già messa in pratica da quest’anno “contagiando” Cesena, Rimini e Ravenna. Punteremo sull’Europa, vogliamo affermarci con una proposta di spessore anche in questo ambito cercando di sgravare le nostre casse comunali o cercando di coinvolgere sempre più privati".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tragedia sullo scooter, riconosciute le salme di Donato e Asia: si cerca un testimone oculare

  • Drammatico scontro tra uno scooter e un camion, perdono la vita padre e figlia

  • La tragedia sullo scooter, l'amore per la figlia e la passione per il Maggiolino: "Donato era solare e allegro"

  • Violento scontro all'incrocio tra auto e moto, il motociclista è in Rianimazione

  • Il 15enne positivo al virus, l'ansia serpeggia in città: partita la prima tranche di tamponi

  • Il 15enne positivo al virus, Spiaggia 23: "I dipendenti tutti negativi, trattati come appestati"

Torna su
CesenaToday è in caricamento