Savignano, nuova pavimentazione e illuminazione a led: venerdì il taglio del nastro per piazza Gori

Il cantiere per la riqualificazione di piazza Gori e di via Mura ha chiuso i battenti da alcuni giorni e la nuova piazza e via Mura saranno aperte alla circolazione subito dopo il taglio del nastro, dando inizio contemporaneamente a “Piadiniamo”,

Sarà inaugurata venerdì alle 20.30 – in apertura dell'evento “Piadiniamo. La Romagna come una volta..” la nuova piazza Gori. La cerimonia prevede la presenza del Sindaco Elena Battistini, del Vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici Matteo Tosi, della Giunta Comunale, del Responsabile dell'Ufficio Lavori Pubblici e Pianificazione Urbanistica Daniele Capitani e dell'architetto Manuel Pazzaglia che ha seguito il progetto.

Il cantiere per la riqualificazione di piazza Gori e di via Mura ha chiuso i battenti da alcuni giorni e la nuova piazza e via Mura saranno aperte alla circolazione subito dopo il taglio del nastro, dando inizio contemporaneamente a “Piadiniamo”, un gesto che vuole significare l'appartenenza di piazza Gori al contesto del centro storico cittadino. L'intervento, realizzato su progetto dell'Ufficio tecnico del Comune, ha puntato ad una riqualificazione globale della piazza e della via Mura, collocandosi nell'ampio contesto di sviluppo delle linee guida per la riqualificazione del centro storico “Sette piazze per il Centro Storico”.

Una nuova pavimentazione e il rifacimento dell'illuminazione con tecnologia a led e richiamo alle tipiche lanterne del centro storico restituiranno a piazza Gori il suo ruolo di piazza, pur senza perdere la funzione di parcheggio. Costituisce parte importante del progetto la riqualificazione della via Mura, con istituzione del senso unico di marcia nel tratto compreso fra piazza Gori e il ponte romano, in direzione centro storico. Di fondamentale rilevanza la realizzazione di marciapiedi e percorsi pedonali protetti lato mare e monte e la messa in sicurezza dello svincolo di innesto veicolare sulla sulla via Emilia con interventi a favore della continuità della pedonalità sicura, anche in vista dei futuri collegamenti con il comparto ex Ses (PRU 3). Anche in via Mura verranno posizionati nuovi corpi illuminanti con lampade a led della stessa tipologia di piazza Gori.

Questo taglio del nastro rappresenta un momento importante per la città di Savignano sul Rubicone nonchè per i residenti della zona, essendo stata questa parte del centro storico interessata da un mix di cantieri pubblici e privati. La fine dei lavori rappresenta anche la Mconclusione – almeno in parte – del disagio causato dalla presenza del cantiere. Disagio al quale si è cercato di dare una risposta attraverso il riconoscimento di forme di risarcimento in termini di sospensione di tasse e imposte (Tares, occupazione del suolo pubblico e Tosap).

L'inaugurazione costituisce una importante occasione per fare il punto sullo stato di avanzamento del progetto “7 piazze” che ha beneficiato nel gennaio 2009 di un importante finanziamento regionale (500 mila euro) interamente utilizzato per la realizzazione del progetto stesso e ha goduto, ad oggi, di uno stanziamento complessivo di 2.964.000 euro di cui, oltre ai 500 mila stanziati con finanziamento regionale, altri 450 mila derivanti da accordi pubblico-privati e 135 mila dal fondo regionale POR.FESR.

Gli stanziamenti approntati, provenienti dall'Amministrazione Comunale, fondi regionali e accordi pubblco-privati raggiungono quasi i 3 milioni di euro. Nel dettaglio: per Borgo San Rocco 900.000 euro (i lavori sono finiti nel giugno 2009, l'intervento ha goduto in parte del finanziamento regionale); 400.000 euro per piazza Kennedy (lavori terminati nel 2012, con co-finanziatiamento regionale); 400.000 euro per piazza Padre Lello e Vicolo Terzani (intervento concluso nel 2008); 570.000 euro per piazza Gori (lavori terminati nel 2013, co-finanziamento regionale).

L'intervento di piazza Torricino, in conseguenza dei ritrovamenti storico archeologici avvenuti sul sito, è stato scomposto in due parti: il cantiere di recupero delle antiche mura per il quale si prevede il termine lavori entro fine anno, del valore di 300.000 euro provenienti in parte da accordo pubblico-privato e in parte da finanziamento POR.FESR e il cantiere vero e proprio di riqualificazione della piazza, in fase di progettazione esecutiva, la cui fine lavori si prevede per la primavera del 2014, del valore di 285.000 euro da accordo pubblico-privato.

Per le Piazze Borghesi e Faberi (244.000 euro) è in arrivo l'apertura del cantiere per il quale si attende solo lo svolgimento della 22^ edizione del SI Fest. I lavori sono oggetto di una convenzione tra l'Amministrazione Comunale e l'Immobiliare Gallerie Commerciali SPA, gestore dei centri commerciali Romagna Center e Parco Romagna. Il termine dei lavori di riqualificazione è fissato al 31 dicembre 2013.

Per quanto riguarda il Borgo Madonna Rossa, sono in fase di definizione i lavori alla Casa Protetta di via F.lli Rosselli a cura dell'Azienda Asp del Rubicone che prevede di concludere le opere per l'estate 2014. Si tratta di un progetto che mette in relazione la struttura di via F.lli Rosselli con il Corso Perticari e la Villa Perticari (che sarà pronta per la fine dell'anno in corso) e che ridisegnerà la fisionomia dell'intero Borgo Madonna Rossa. Anche piazza Castello rientra nel progetto “7 piazze”.

Per la riqualificazione della piazza, che rappresenta il vero cuore del centro storico cittadino “non si può prescindere – spiega il Vice Sindaco e Assessore ai Lavori Pubblici arch. Matteo Tosi – da una attenta gestione della componente storico-archeologica del sito per il quale si rende indispensabile un progetto più approfondito di quello scaturito dal concorso di idee legato alle “7 piazze” cui fanno invece riferimento, con le dovute rivisitazioni e correzioni, le progettazioni dei lavori realizzati o in corso fino ad oggi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I numeri del progetto “7 piazze” rendono solo in parte l'idea della consistenza dell'ambizioso progetto messo in campo dell'Amministrazione Comunale di Savignano sul Rubicone con l'obiettivo di avviare un insieme coerente di interventi per favorire l’uso collettivo delle spazio urbano quale luogo per l’incontro e la comunicazione delle persone. Una consistente opera di riqualificazione urbana i cui interventi complessivamente riguardano un’area di oltre 20.000 metri quadrati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento