Savignano, via Bernardini: al via il secondo stralcio di lavori

Razionalizzati gli spazi di parcheggio, con oltre sessanta stalli a disposizione ora degli automobilisti

E’ di nuovo tempo di lavori in via Bernardini, la strada savignanese interessata, tra 2016 e 2017, da un corposo lotto di lavori organizzati in due tranche. Dopo l’intervento di riqualificazione del primo tratto, nel 2016, i mezzi sono ora tornati al lavoro in questi giorni per portare a compimento la seconda parte dell’opera. Ad essere oggetto di questo secondo stralcio è quindi il tratto fino all'intersezione con via Primo Maggio, per complessivi 140 metri di carreggiata larga 6,50 metri.

Oltre alle due corsie da circa tre metri ciascuna il progetto prevede anche la completa riprogettazione dei percorsi pedonali su entrambi i lati con il rifacimento dei marciapiedi. Il lato verso Rimini vedrà la piantumazione di sei nuovi alberi, intervallati da cinque nuovi pali della luce con lampade a led, mentre altri due nuovi alberi arricchiranno il lato opposto della strada. Tutti i parcheggi paralleli alla strada verranno riorganizzati con la creazione aggiuntiva di stalli per i motocicli, e verranno predisposte due aree, a bordo strada, adibite a isola ecologica per i cassonetti. L'operazione più significativa riguarda però la sicurezza: lungo il percorso stradale una nuova chicane modificherà il rettilineo obbligando gli automobilisti a smorzare la velocità. Tutta l'area dell'intersezione con via Primo Maggio sarà rialzata, soprattutto a tutela del relativo attraversamento pedonale, così come rialzato e segnalato sarà l'altro attraversamento presente sulla carreggiata.

“Così come per il primo stralcio - commentano il sindaco Filippo Giovannini e l'assessore ai Lavori pubblici Stefania Morara - la riqualificazione dell'area è occasione per rivedere e migliorare viabilità e sicurezza. La precedente rotonda con via Don Polazzi, gli attraversamenti rialzati e la nuova chicane che andiamo a realizzare permettono di limitare la velocità delle auto in una zona residenziale dove molti, soprattutto ragazzi, si spostano a piedi o in bici”. L’intero tratto stradale è stato interessato, in questi due anni, dal completo rifacimento della rete dei sottoservizi (acqua, gas e fognature) e dalla sostituzione integrale dell'impianto di illuminazione pubblica con nuovi pali e corpi illuminanti con tecnologia led. La realizzazione di una rotatoria stradale tra le vie Don Polazzi e Caduti sul lavoro ha permesso di mettere in sicurezza l'incrocio, con raccordi rialzati in corrispondenza delle intersezioni e messa in sicurezza di tutti gli attraversamenti pedonali. Razionalizzati gli spazi di parcheggio, con oltre sessanta stalli a disposizione ora degli automobilisti. Per quanto riguarda il verde pubblico, infine, i 17 pini abbattuti perché di intralcio, con le radici, al manto stradale, sono stati rimpiazzati con 23 carpini, mentre dieci pini sono stati collocati in adiacenza del vicino parco, lasciati intatti perché non problematici per la tenuta dell'asfaltatura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento