Savignano, 150mila euro per le strade danneggiate. E piazza Oberdan si rifà il look

Dopo un primissimo intervento tempestivo, con asfalto a freddo, per porre rimedio alle buche più urgenti dovute a neve e ghiaccio, parte ora l'oramai tradizionale lotto semestrale di interventi di riqualificazione

Nuovi interventi di asfaltatura per le strade di Savignano, per portare avanti il corposo piano di riqualificazione stradale avviato già da tre anni e porre rimedio alle criticità causate dal maltempo. Dopo un primissimo intervento tempestivo, con asfalto a freddo, per porre rimedio alle buche più urgenti dovute a neve e ghiaccio, parte ora l'oramai tradizionale lotto semestrale di interventi di riqualificazione. Primo lavoro al via, con uno stanziamento da 35mila euro, è il tratto di via Rubicone destra che collega la rotonda con via Bastia all'abitato di Fiumicino, dando così conclusione al lavoro avviato l'anno scorso.

Non solo asfaltatura: contestualmente, a limitazione di ogni rischio idrogeologico, verranno anche sistemati sette punti lievemente franati in prossimità del manto stradale. Di seguito partirà poi il nuovo lotto da 115mila euro: le banchine di via San Bartolo comunale, le traverse di viale della Libertà - quindi le vie Armellini e Puccini – piazza Giovanni XXIII e alcuni marciapiedi particolarmente danneggiati: via Rio Salto (dove saranno anche rimosse le alberature pericolose) e la via Emilia, lato mare, nel tratto che va dalla scuola media a piazza Oberdan.

E proprio piazza Oberdan sarà oggetto di un attesissima riqualificazione, con l'intervento di regimazione delle acque, il rifacimento del manto stradale su tutta la superficie, ridefinizione degli accessi dalla via Emilia e da via Nazario Sauro e rimodulazione degli stalli di sosta “come concordato - spiegano il sindaco Filippo Giovannini e l’assessore ai Lavori pubblici Stefania Morara - con attività e residenti della zona, che abbiamo incontrato prima di elaborare definitivamente il progetto”.

A questo lotto si aggiungono infine altri lavori programmati in collaborazione con Hera dopo alcuni interventi realizzati nella rete dei sottoservizi: in particolare si tratta delle vie Donizetti, Leonardo Da Vinci, Cappona rurale secondo tratto (fino a Cesolino) e di un primo tratto di via Pietà, nello specifico da via della Pace a via La Pira. "Ma ci sono già altri 300mila euro a bilancio - concludono sindaco e assessore - per un ulteriore pacchetto di interventi di cui faranno sicuramente parte via Gaggio e via Gualdello, e altre strade che stiamo valutando in questi giorni basandoci proprio sulle segnalazioni dei cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento