menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Savignano, slitta a settembre la scadenza per la dichiarazione Imu e Tasi

Questa scelta va incontro, in particolare, al settore agricolo che, viste le recenti modifiche sull'Imu relativa ai terreni agricoli, è quello più in difficoltà a rispettare i termini

 Un ulteriore passo che va nella direzione di una sempre maggior semplificazione amministrativa: a Savignano sul Rubicone c'è tempo infatti fino al 30 settembre per presentare la dichiarazione Tasi e Imu, diversamente dalla maggior parte dei Comuni di Italia che hanno vincolato i contribuenti al termine del 30 giugno. Il consiglio comunale, nella seduta di mercoledì scorso, ha infatti approvato all'unanimità la proposta della giunta di allineare la scadenza per la dichiarazione relativa a questi tributi al termine ultimo per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi in via telematica, ossia il 30 settembre. Questa scelta va incontro, in particolare, al settore agricolo che, viste le recenti modifiche sull'Imu relativa ai terreni agricoli, è quello più in difficoltà a rispettare i termini.

“Non solo un posticipo a vantaggio del cittadino – spiega il sindaco Filippo Giovannini - ma anche un ulteriore passo nel processo di semplificazione avviato dall'amministrazione comunale, che permette così al contribuente di dover appuntare in agenda un'unica scadenza per le diverse pratiche fiscali”. Novità anche per la Tari (tassa sui rifiuti): il consiglio comunale ha approvato una sostanziale rivisitazione del regolamento Tari, proposto dalla giunta, con l'introduzione di alcune importanti agevolazioni. Nello specifico, tra le varie novità introdotte figura la totale esenzione dal pagamento della Tari per le persone con invalidità superiore al 74 per cento che vivono sole, con Isee pari o inferiore a tredicimila euro.

Viene inoltre introdotta la possibilità, per tutti, di un'ulteriore dilazionamento dei pagamenti: la Tari 2015 potrà infatti essere pagata in un'unica soluzione oppure in quattro – non più solo tre – rate nel corso dell'anno, ossia entro il 31 luglio, 30 settembre, 30 novembre e 28 febbraio. Sul fronte imprese viene estesa anche alle realtà del mondo produttivo la possibilità di beneficiare di sconti per i conferimenti di determinati materiali di scarto alle stazioni ecologiche attrezzate, mentre per le aree scoperte e i magazzini all'aperto di pertinenza degli edifici produttivi si applica una riduzione del cinquanta per cento.

Potenziato infine, sempre in un'ottica di semplificazione amministrativa, il “portale per il cittadino”, lo strumento online che permette, direttamente dall'homepage del sito web comunale, di calcolare autonomamente le imposte da pagare. “In questi mesi - spiega l'assessore al Bilancio Francesca Castagnoli – registriamo un continuo aumento di accessi: proprio in virtù dell'efficacia di questo strumento stiamo concordando con le associazioni di categoria la possibilità di uniformare anche i loro portali, scongiurando il rischio di spiacevoli incongruenze tra le diverse strumentazioni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento