Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Sarsina in lutto per la scomparsa del 'sindaco di Pagno': anima della piccola frazione

Si è spento, sabato scorso, e i funerali si sono celebrati martedì, Giuseppe Giorgi, da tutti conosciuto come 'Pinetto di Pagno': l'ex dipendente comunale e anima della frazione è spirato a 77 anni, Sarsina è in lutto

Si è spento, sabato scorso, e i funerali si sono celebrati martedì, Giuseppe Giorgi, da tutti conosciuto come 'Pinetto di Pagno': l'ex dipendente comunale e anima della frazione è spirato a 77 anni, Sarsina è in lutto.

Il ricordo dell'amicio don Daniele Bosi: "Era nato alle Cossure (ubicate molto sotto la chiesa parrocchiale di fronte a Sausa), vi ha passato tutta la sua vita, nel lavoro prima in campagna poi come dipendente comunale di Sarsina, prima con i genitori poi single. Ora, dopo la “partenza” di Pinetto, restano nella frazione di Pagno solo 2 famiglie con 2 chiese in buono stato; la mentalità e la parlata di Pagno, pur vicino a Sarsina, respira e ingloba il mix di 3 culture: Sarsina, la zona di Sant’Agata e la zona montana di Tavolicci e oltre. Il respiro di tre regioni".

"Nella foto - spiega don Daniele - che facemmo alla festa del settembre 2018, si vede il giovane sindaco di Sarsina insieme a Pinetto, che mostra una foto in grande dove è dichiarato “Sindaco di Pagno” con tanto di fascia: di fatto, questo era. Un riferimento per la frazione e la comunità e per questo vogliamo ricordarlo.  Classe 1944, quando la piccola scuola di Pagno venne chiusa nel 1978, la acquistò e vi si stabilì, un posto certamente più accessibile rispetto alle Cossure.  Innamorato della storia del suo paese, mi ha raccontato tanto; di quando la gente di Pagno, a piedi, ogni giorno andava a lavorare in miniera a Perticara; quando, essendoci la festa, veniva la Banda da fuori e il pullman arrivava nella strada di Sant’Agata; poi salivano a piedi a Pagno portando gli strumenti; e ogni componente della Banda veniva ospitato per la notte in una famiglia della parrocchia".

"Pinetto era molto attento alle “sue” chiese, geloso del suo patrimonio. Soffrì quando le due chiese, con il vento Post-Conciliare, vennero trasformate togliendo altari antichi, che ancora oggi si trovano in soffitta Tra le sue foto, una ritrae un gruppo di giovani di Pagno negli anni ’60, quando ancora c’era il parroco don Paolo Raggi, andato in missione in Kenya nel 1969: era la corale di Pagno, in gita. Fa sorridere oggi, e stringere un po’ il cuore guardando il presente: pensare che a Pagno ci fosse una corale.
Di frequente, Pinetto accompagnava anziani della comunità a fare visite in ospedale, o gli portava la spesa; mi raccontò che, dovendo un signore andare in ospedale, lo invitò a casa sua a fare il bagno e prepararsi al ricovero. Appuntamento fisso era la messa della domenica mattina a Sarsina (che frequentava da decenni) e il mercato del martedì, che in pochi anni ha purtroppo dimezzato i suoi frequentatori".

"Anche se era solo, aveva sempre visite: amici, paesani che passavano si fermavano sempre; non si poteva uscire da casa sua senza aver accettato il suo Sangiovese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarsina in lutto per la scomparsa del 'sindaco di Pagno': anima della piccola frazione

CesenaToday è in caricamento