Sanità, possibili disagi: arriva uno sciopero di 24 ore del personale Ausl

Nella giornata dell'agitazione saranno comunque assicurati i servizi pubblici essenziali, nel rispetto della normativa vigente

L'Azienda Usl della Romagna comunica lo sciopero nazionale di 24 ore indetto per la giornata di venerdì, da Slai Cobas, Usi Unione Sindacale Italiana, Usi-Ait, Cobas Confederazione dei Comitati di Base, Usb Unione Sindacale di Base Pubblico e Privato, Sgb Sindacato Generale di Base, Cub Confederazione Unitaria di Base, del personale appartenente a tutti i settori pubblici, privati e cooperativi.

Per la stessa giornata, lo stato di agitazione è stato proclamato da parte di Cobas Sanità, Università e Ricerca – Settori Lavoro Pubblico e Lavoro Privato che opera nella Sanità e nell’Assistenza, afferente al Sistema sanitario nazionale.

Nella giornata di venerdì saranno comunque assicurati i servizi pubblici essenziali, nel rispetto della vigente normativa, attraverso l’individuazione dei contingenti minimi di personale a garanzia delle prestazioni indispensabili e non dilazionabili, equivalenti ai servizi minimi assicurati normalmente nei giorni festivi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento