rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Sicurezza / San Mauro Pascoli

San Mauro Pascoli, Confcommercio ricevuta dalla sindaca: "Telecamere agli ingressi della città"

Sono solo tre delle molteplici sollecitazioni emerse nel corso del confronto che il presidente di Confcommercio San Mauro Pascoli ha avuto con il sindaco Luciana Garbuglia

Un mercatino agricolo a chilometro zero come organizzano alcuni comuni limitrofi per ravviare l’attrattività di San Mauro Pascoli, implementare le telecamere per la videosorveglianza agli ingressi della città, procedere verso la tariffa puntuale grazie alla quale le imprese pagheranno la tariffa rifiuti in base alla qualità realmente prodotta. Sono solo tre delle molteplici sollecitazioni emerse nel corso del confronto che il presidente di Confcommercio San Mauro Pascoli ha avuto con il sindaco Luciana Garbuglia nella sede municipale di San Mauro Pascoli alla presenza anche del responsabile di Confcommercio del Rubicone Paolo Vangelista.

“L’incontro - ha premesso il presidente Bernabini - si iscrive nel quadro del confronto periodico e costruttivo che Confcommercio sammaurese coltiva con l’amministrazione comunale allo scopo di favorire lo sviluppo economico e le benefiche ricadute sul contesto sociale. In questo senso, nella non facile ripartenza allo scadere ormai della pandemia con le sue restrizioni e nel pieno del caro energia serve un maggior sostegno alle piccole imprese e il prerequisito è un territorio sempre più sicuro in cui le telecamere possono svolgere un ruolo di controllo e deterrenza. Confcommercio è corpo intermedio al servizio della città e delle sue imprese”.

Sul versante della tariffa rifiuti Confcommercio ha messo in luce di auspicare ulteriori diminuzioni del costo della tributi come è avvenuto nel 2022 con la diminuzione del 10% nel percorso verso la tariffa puntuale, in base alla quale si pagherà per ciò che veramente viene prodotto come refuti e smaltito. “Entrerà in vigore nel 2025 - ha dichiarato la sindaca - come la legge impone di fare e seguiremo le orme di Cesena comune capoluogo battistrada

Per quel che riguarda la questione prioritaria della sicurezza la sindaca Garbuglia ha assicurato che in prospettiva l’amministrazione comunale ha  l’obiettivo di completare l’installazione dei dispositivi di sicurezza anche agli ingressi della città, al pari del centro storico già coperto dalle telecamere e della zona di San Mauro Mare. “La sicurezza è un bene fondante della collettività - ha osservato la sindaca - e a San Mauro Pascoli non si riscontra una situazione tale da allarmare anche se non bisogna mai abbassare la guardia”. Confcommercio chiede anche più pattugliamenti da parte della polizia locale.

Sulle politiche di rilancio del centro storico, anche attraverso iniziative ed eventi attrattivi, la sindaca ha messo in luce di aver fiducia nella progettualità dei commercianti e degli imprenditori. “A San Mauro Pascoli c’è la realtà di Made  in San Mauro che deve rilanciare la sua attività importante per rendere il suo cuore più vivo e ricco di iniziative. L’ente pubblico considera il privato un partner insostenibile".

Alla proposta del presidente Bernabini di potenziare la gamma delle iniziative con un mercatino di prodotti agricoli a chilometro zero come avviene anche in comuni limitrofi come asso nella manica per ampliare l'offerta e le occasioni di incontro e di acquisti la sindaca si è detta favorevole e di attendere da parte delle associazioni di categoria una progetto di fattibilità su cui poter ragionare per tradurlo concretamente in realtà. Una pista di lavoro comune per i prossimi mesi.

Il presidente di Confcommercio Bernabini ha ribadito che cultura e commercio, le due funzioni principali del centro di San Mauro Pascoli distretto delle imprese calzaturiere e dell’abbigliamento, debbono essere maggiormente collegati e con gli eventi di casa Pascoli e Villa Torlonia, con proposte di alto livello culturale e artistico che possano agire da volano anche per lo sviluppo economico e del turismo culturale aumentando la ricettività sammaurese e il suo potere attrattivo che, ha rimarcato il presidente Bernabini, può ulteriormente crescere con l’ideazione di un grande evento identitario che coniughi, appunto, cultura e commercio, magari da collegare alla serata del 10 agosto con il processo a Villa Torlonia.

La sindaca si è soffermata sulla valorizzazione dell’offerta turistica della zona mare con l’insediamento dell’uffici turistico nei locali dell’ex cinema e altri investimenti e ha rimarcato l’importanza del rilancio del teatro come contenitore culturale e di spettacolo affidato alla gestione di Roberto Mercadini che potenzia la qualità della vita dei sammauresi, oltre ad essere vetrina del territorio.

“In cima all’agenda politica  - ha concluso Bernabini - per Confcommercio deve esserci tuttavia il sostegno eccezionale con interventi anche oltre quelli ordinari alla rete distributiva e un rilancio di tutte le gamme merceologiche  e anche della ristorazione locale, biglietto da visita del territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Mauro Pascoli, Confcommercio ricevuta dalla sindaca: "Telecamere agli ingressi della città"

CesenaToday è in caricamento