San Mauro Pascoli, una chiavetta elettronica per differenziare i rifiuti

La raccolta differenziata diventa tecnologica. L'innovazione starà in una chiavetta elettronica che consentirà l'accesso ai soli contenitori dell'isola ecologica vicina all'abitazione

Il Comune di San Mauro Pascoli, in collaborazione con Hera e Ato, con il contributo della Regione Emilia -Romagna e della Provincia di Forlì-Cesena, ha messo a punto un piano per migliorare la raccolta differenziata nel paese.  Dal mese di novembre partirà un innovativo sistema di raccolta stradale dei rifiuti, basato su un brevetto ideato da Hera in collaborazione con l’azienda produttrice del territorio, che coinvolgerà tutte le utenze domestiche e non domestiche dell'entroterra di San Mauro Pascoli (circa 4.100)

Sistema che permetterà di incrementare in maniera sensibile la quantità e la qualità della raccolta dei rifiuti urbani. Un risultato non da poco se si considera che ogni giorno ciascun cittadino produce circa 2 kg di rifiuti urbani: una quantità significativa che, se conferita correttamente, attraverso la differenziata, permette la trasformazione dei rifiuti in risorse preziose.

L’innovazione del sistema adottato consiste in un dispositivo elettronico installato su ogni contenitore che ne consente l’utilizzo solo tramite una chiavetta elettronica (E-Key) personalizzata, consegnata casa per casa dagli operatori di Hera a tutte le utenze interessate dal progetto a partire dal 20 ottobre.

Sul territorio di San Mauro, suddiviso per comodità in 4 aree, saranno dislocate 115 isole ecologiche potenziate con tutti i tipi di contenitori dei rifiuti: carta, plastica e lattine, scarti vegetali, rifiuti indifferenziati e i bidoni per i rifiuti organici.

Ogni chiave, che verrà consegnata a ogni nucleo famigliare contestualmente a una guida informativa sul nuovo sistema di raccolta, consentirà l'accesso ai soli contenitori dell'isola ecologica più prossima all'abitazione interessata.

Un servizio che all’inizio richiederà un certo adattamento e una maggiore collaborazione da parte dei cittadini, ma che, una volta a regime, porterà diversi vantaggi, tra i quali la tracciabilità e la trasparenza dei processi di gestione dei rifiuti, l'assenza di limitazioni di giorni e orari di accesso ai contenitori, costi di gestione non superiori a quelli del sistema attuale (il costo di avvio del progetto è coperto da un finanziamento della Regione e di Ato) e la possibilità, in futuro, di introdurre una tariffa che vada a premiare chi differenzia di più.

Si tratta di un progetto importante al quale l'amministrazione sta lavorando da alcuni anni, con una prima sperimentazione dagli esiti positivi, seppure con chiave meccanica, a San Mauro Mare e che vede San Mauro Pascoli come comune pilota a livello regionale nell’adottare questa nuova modalità di raccolta. Un'ulteriore conferma della volontà dell'amministrazione di puntare sulla tutela ambientale e di dare un chiaro segnale verso il futuro.

Il nuovo sistema di raccolta differenziata verrà presentato alla cittadinanza durante le due assemblee pubbliche che si terranno in Sala Gramsci (Via Nenni) mercoledì 19 ottobre e mercoledì 9 novembre alle ore 20.45
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento