Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

San Cristoforo piange l'ultima vittima del Coronavirus: "Era socievole e attivo nel volontariato"

Il parroco di San Cristoforo ricorda Giuseppe Bondanini, quarta vittima nel Coronavirus in città: "Abbiamo pregato per lui fino all'ultimo"

Foto Facebook

La frazione di San Cristoforo è sotto choc per la morte di Giuseppe Bondanini, 63 anni, quarta e ultima vittima in ordine di tempo a Cesena, a causa del Coronavirus. E' commosso il ricordo di don Marco Prada, parroco di San Cristoforo, per una persona molto attiva e ben voluta in tutta la comunità, ma anche in parrocchia, nella squadra di calcio della frazione e nell'associazione che contribuiva a portare avanti.

Come tutti i morti per Coronavirus, alla morte si aggiunge il dolore della mancanza dell'ultimo saluto da parte dei propri cari. "Oggi andrò a benedire la sua bara - spiega don Marco - poi l'ultimo viaggio verso il forno crematorio. Era tra i fondatori della squadra di calcio, ma era molto attivo anche in parrocchia e nell'associazione Torcida Bianconera, ha contribuito ad organizzare tante feste per i giovani della zona, soprattutto in estate". 

"Walter", come lo chiamavano tutti "era una persona socievole e giocosa, molto impegnata nel volontariato". Don Marco spiega come la situazione sia precipitata rapidamente. "Si è ammalato circa due settimane fa, la scoperta di essere affetto da Coronavirus e il ricovero in ospedale. Abbiamo tutti pregato per lui, ma ieri è arrivata la notizia più brutta". Nel giro di pochi giorni è il secondo lutto che colpisce la frazione cesenate, dopo la morte, non causata dal Coronavirus, del presidente della squadra di calcio, Enzo Rossi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Cristoforo piange l'ultima vittima del Coronavirus: "Era socievole e attivo nel volontariato"

CesenaToday è in caricamento