rotate-mobile
Cronaca Oltresavio / Via Giuseppe Fanin

Saldatura, tra una sfilata di moda e un murales l'azienda festeggia alla grande. Dalle sorelle un tocco fashion e innovazione

"Zani Work" punto di riferimento nel settore della saldatura locale e nel vestire sicuro, e la Confartigianato, a cui l'azienda è associata, consegnerà ai proprietari una prestigiosa targa di riconoscimento

Sarà una grande festa con apertura al pubblico dei vari spazi, sfilata di moda, creazione di un murales e prove tecniche di abbigliamento. Giovedì 27 ottobre la "Zani Work" punto di riferimento nel settore della saldatura locale e nel vestire sicuro, compie 40 anni e la Confartigianato, a cui l'azienda è associata, consegnerà ai proprietari una prestigiosa targa di riconoscimento. Tutto ha avuto inizio nel 1970 quando Zani Zeno decise di rinunciare a un sicuro lavoro in banca per avviare una ditta legata alla commercializzazione di materiali per la saldatura. L’attività parte nel retrobottega della ferramenta del padre Aldo (maestro liutaio), in centro storico a Cesena. Nel 1982 con la moglie Marta Molari, crea la società "Zani Saldature", che presto diventa un punto di riferimento nel settore della saldatura nel territorio.

Nel 1999 Isabella Zani, figlia Aldo Zeno, nonostante gli studi in biologia e la passione per la moda, inizia il suo percorso lavorativo all’interno dell’azienda di famiglia. Il settore è prettamente maschile ma sa che un suo spazio, tra fili, elettrodi e saldatrici, sarebbe riuscita a trovarlo. Sono gli anni 2000, la legge 626 del ‘96 sulla sicurezza sul lavoro è attiva e sempre più aziende iniziano a sensibilizzarsi alla nuove regole. Da questo bisogno nasce l’idea di commercializzare articoli antinfortunistici legati alla saldatura, per i clienti. Isabella nel tempo si allarga ad altri settori, tanto che sempre più clienti richiedono capi personalizzati, capi più performanti, capi più tecnici. Capi unici che uniscono la moda alla sicurezza.

Nel 2008 Isabella, dimostrando a tutti come sia riuscita a contagiare positivamente un settore maschile e un po' rozzo con la sua creatività ed eleganza, crea il brand "Fashion work Italy". Ma non è tutto, perché nel 2018 anche Cristina, sorella di Isabella, si unisce all’azienda. E’ una giornalista e si è sempre occupata di comunicazione ed eventi. Cristina, come Isabella, riesce a contaminare il settore della saldatura con la sua capacità di comunicare, apportando il proprio contributo con una spinta innovativa e intraprendendo un percorso di crescita volto in particolare a migliorare la visibilità e la credibilità del brand. Un salto di qualità verso una vision 4.0. Nel 2020 le sorelle Isabella e Cristina danno vita a "Zani Work" un marchio, un luogo, un’idea che vogliamo raccontare con questo percorso d’installazioni. Un mood grafico che si ispira all’archeologia industriale. Anche il luogo dove operano parla di questo. Sostanzialmente è un capannone in via Fanin 10 a Torre del Moro, ma per chi entra è un contenitore capace di comunicare al meglio il prodotto e i servizi forniti. C'è una saletta digitale e l'intero arredamento è stato realizzato con materiali da riciclo utilizzando il tecnico della saldatura dell'azienda. Le stanze, identificate con "Vie del Lavoro", hanno nomi ben precisi e per ognuna è stato fatto un murales dall'artista Gianluigi Romboli che sarà presente e operativo anche in occasione della festa del 27 ottobre. L'ufficio di Isabella, dove si crea e si sceglie il prodotto, si chiama Idealmente. Quella di Cristina, che si occupa di comunicazione, Digitalmente, mentre la stanza in cui si vendono prodotti per la saldatura a fianco dell'officina si chiama Archetipo primordiale.

Alla festa sarà presente il sindaco Enzo Lattuca , il direttore di Confindustria Marco Chimenti e il presidente di Confartigianato Stefano Bernacci. Zani Work lavorano con Amadori, Orogel, Paresa, Trevi group, Apofruit e Pieri group. "Apriremo le porte ai clienti che non sono mai entrati - spiega Cristina Zani - e la sfilata sarà in collaborazione con Payper, nostro partner storico, di cui abbiamo anche allestito un’isola dedicata all’interno del nostro show room. Ma per l'occasione saranno presenti anche altri fornitori delle scarpe, degli occhiali, delle protezioni dell’udito e dell’abbigliamento su misura perché il nostro obiettivo è quello di comunicare sempre di più l’importanza di un abbigliamento “su misura”, studiato per le precise caratteristiche di ogni azienda e di ogni lavoratore (colori, tessuti, normative sicurezza)". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saldatura, tra una sfilata di moda e un murales l'azienda festeggia alla grande. Dalle sorelle un tocco fashion e innovazione

CesenaToday è in caricamento