menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Diocesi non fa marcia indietro, funerale in cattedrale col Vescovo per il sacerdote condannato

Una vicenda che si concluse con una sentenza della Cassazione che lo condannò in via definitiva a sei anni e otto mesi

La Diocesi non fa nessuna marcia indietro. A don Giuseppe Giacomoni sarà riservato il funerale in cattedrale, e a presiederlo sarà il Vescovo Douglas Regattieri, come avviene in questi casi quando a morire è un sacerdote.

Lascia non pochi strascichi la morte a 95 anni di don Giuseppe Giacomoni. Suscita infatti non poche perplessità il funerale che sarà riservato sabato alle ore 10 in cattedrale a Cesena al sacerdote scomparso in età avanzata, per le complicanze del Covid. A celebrare il funerale sarà il Vescovo Douglas Regattieri.

Il problema è che don Giuseppe Giacomoni fu al centro di una vicenda giudiziaria piuttosto delicata. Una vicenda che si concluse con una sentenza della Cassazione che lo condannò in via definitiva a sei anni e otto mesi per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, anche minorile.I fatti risalgono al 2006, una vicenda che coinvolse anche un minore, il sacerdote fu arrestato insieme ad altre due persone. Don Giacomoni trascorse oltre due anni in carcere.

Nato a Montescudo, in provincia di Rimini il 4 giugno 1925 e ordinato sacerdote il 28 giugno 1953, don Giuseppe Giacomoni era il sacerdote più anziano della Diocesi. Da anni risiedeva nell'Opera Santa Teresa di Ravenna, fino al ricovero in ospedale causa Covid. Ora a far discutere i funerali che si annunciano presieduti dalla massima autorità della Diocesi, il Vescovo. Un trattamento che stride e non poco con una condanna definitiva della Cassazione per un reato molto grave.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento