Rosario Carballeda De Cerruti in visita a San Mauro

All'indomani della scomparsa del figlio, Maria Rosario insieme a un piccolo gruppo di altre madri ha fondato un'associazione, le Madri di Piazza di Maggio appunto, per protestare contro il governo

Nella sala del Consiglio comunale il sindaco Miro Gori, il vicesindaco Stefania Presti, gli assessori Angela Benedetti, Manuel Buda e Fausto Merciari e il capogruppo di minoranza Gilberto Montemaggi hanno ricevuto giovedì mattina Rosario Carballeda De Cerruti . Maria Rosario, in visita privata a San Mauro Pascoli, è stata tra le fondatrici del movimento Madri di Plaza de Mayo ( Asociación Madres de Plaza de Mayo ) formato dalle madri dei desaparecidos, i dissidenti scomparsi durante la dittatura militare argentina tra il 1976 e il 1983.

Suo figlio, Fernando, scomparve all'età di 23 anni, portato via dai militari della dittatura argentina e da allora non se ne è saputo più nulla. All'indomani della scomparsa del figlio, Maria Rosario insieme a un piccolo gruppo di altre madri ha fondato un'associazione, le Madri di Piazza di Maggio appunto, per protestare contro il governo e avere risposte sulla scomparsa dei figli e giustizia per il feroce crimine subito. Una lotta cominciata nel 1977, proprio in piazza di Maggio a Buenos Aires, e mai conclusa, anche al di fuori del movimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Da trentacinque anni lotto per sapere dov'è mio figlio: non sapere dov'è, non poterlo piangere non mi permette di rassegnarmi”, ha spiegato Rosario de Cerruti. Una lotta che l'ha portata a testimoniare le atrocità del regime argentino, in tutto il mondo, in particolare in Europa e in Italia. E oggi a San Mauro Pascoli. “Siamo onorati e felici di ricevere in Comune una rappresentante del movimento delle Madri di Piazza di Maggio”, ha commentato il sindaco Gori, “In Europa si è sempre guardato all'America Latina, meta di molti nostri emigrati, e protagonista di molti movimenti di liberazione repressi nel sangue. Vicende che hanno disonorato l'umanità. Ma è proprio grazie alla lotta delle madri di piazza di Maggio, alla ricerca dei loro figli desaparecidos , che l'umanità ha ripreso il sopravvento sulla violenza e sul terrore. Auguro a Maria Rosario di poter viaggiare e testimoniare ancora nel mondo della lotta delle madri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento