Riverso su una panchina, col metadone in tasca: denunciato clandestino

Steso sulla panchina, in evidente stato di alterazione: così la pattuglia della polizia del posto estivo di Cesenatico lo ha trovato un paio di giorni fa in un giardino di Valverde

Steso sulla panchina, in evidente stato di alterazione: così la pattuglia della polizia del posto estivo di Cesenatico lo ha trovato un paio di giorni fa in un giardino di Valverde. Non solo: addosso aveva del metadone. Al controllo della polizia è risultato che il giovane, 22 anni, non solo era senza documenti, ma è clandestino in Italia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poco distante è poi spuntata la compagna del giovane, una ventunenne italiana, sposata con l'immigrato ( la coppia ha anche un figlio piccolo). La giovane ha rivendicato la proprietà del metadone. Alla verifica è risultato che entrambi sono iscritti al Sert e che la donna era titolare del trattamento col metadone. Per questo il marocchino è stato sanzionato amministrativamente per la detenzione della sostanza, mentre è stato denunciato per la violazione della normativa sull'immigrazione. Non sarà soggetto all'espulsione in virtù della sua situazione familiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento