menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teschi abbandonati del giardino: nessun avvertimento mafioso, un rompicapo

Emergono nuovi dettagli, intanto: i militari escludono che i due teschi fossero "indirizzati" al proprietario di casa, il quale non ha mai subito minacce, né si trova in situazioni critiche tali da suggerire possibili avvertimenti mafiosi

Indagini a 360 gradi da parte dei carabinieri della compagnia di Cesenatico sul macabro ritrovamento di due teschi in un giardino di Gatteo. I militari ripartiranno dagli esami dell'istituto di Medicina Legale per recuperare indizi sull'origine delle ossa. Emergono nuovi dettagli, intanto: i militari escludono che i due teschi fossero “indirizzati” al proprietario di casa, il quale non ha mai subito minacce, né si trova in situazioni critiche tali da suggerire possibili avvertimenti mafiosi, ritorsioni e altri atti simili.
 

I teschi sono stati rinvenuti nei pressi del limite di proprietà, facilmente accessibile e compatibile con il lancio di un sacco oltre un muretto. La busta è inoltre di cellophane, nuova e in buone condizioni, segno che chi si doveva disfare dei teschi lo ha fatto solo pochi giorni fa. D'altra parte la casa in cui è avvenuto il ritrovamento è abitualmente abitata e quindi quei due teschi dovevano trovarsi lì da poco tempo.
 

La macabra sorpresa in giardino per un cittadino di Gatteo si è verificata giovedì pomeriggio. La busta di cellophane era seminascosta tra gli arbusti nel giardino della propria abitazione. All'interno di questo involucro il malcapitato ha scoperto, con orrore, due teschi, che poi è stato verificato essere umani. Dai primi accertamenti e da ciò che ha constatato il personale dell'istituto, il decesso risalirebbe ad almeno 15-20 anni fa, e per risalire al sesso delle due persone sarebbero necessari ulteriori accertamenti più approfonditi, ora al vaglio dell’Autorità Giudiziaria che ne ha disposto il sequestro. Dentro non vi erano altri oggetti, per esempio riconducibili a satanismo, una delle piste che non viene esclusa.
 

Sono state diramate le ricerche per verificare l’eventuale trafugamento dei resti da qualche cimitero, ma al momento non risultano nella vicinanze furti di resti umani. Incomprensibile, tuttavia, la modalità di abbandono delle ossa: lasciati in una casa privata, in un contesto abitato e semi-urbano, con tutti i rischi che ne comporta, senza contare la facilità che i trafugatori avrebbe avuto nel disfarsi delle ossa in qualche cassonetto della spazzatura. Insomma, un rompicapo per i carabinieri. I teschi comunque non presentano segni di eventuali traumi o lesioni causate da terzi, dunque si procede, per ora a carico di ignoti, per il reato di distruzione, soppressione o sottrazione di cadavere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento