Impronte rosse ed un bambolotto in piazza della Libertà: gesto non rivendicato

Un gesto che pare rievocare l'immagine del piccolo profugo siriano trovato morto in una spiaggia turca nel 2015

Non ha lasciato indifferenti i passanti che giovedì mattina, transitando in Piazza della Libertà, si sono trovati davanti a quella pare essere una campagna a difesa dell'immigrazione. Una serie di impronte rosse sono state collocate nel cuore della nottata tra mercoledì e giovedì nei pressi della fontana della rinnovata piazza e nei pressi dell’abside del Duomo. Vicino c'era anche una scritto “Non in mio nome”. In Piazza della Libertà, appoggiato alla fontana, vi era anche il bambolotto di un bambino a faccia in giù. Un gesto che pare rievocare l'immagine del piccolo profugo siriano trovato morto in una spiaggia turca nel 2015. "Mi ha colpita - scrive una lettrice che ha inviato a CesenaToday l'immagine -. Non so chi l'abbia fatto né quando. Il tempo di andare a prendere un caffé, ed il bambolotto è sparito".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento