menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavori in via Matteotti, commercianti allarmati: "Non si penalizzi la sosta"

"Le modifiche al traffico e alla circolazione - dovunque vengano attuate- sottolinea il presidente Confcommercio Corrado Augusto Patrignani - non debbono stravolgere la funzione caratterizzante della strade su cui vengono attuate"

"La riqualificazione di via Matteotti con la realizzazione della pista ciclabile deve essere un intervento condiviso con chi nella importante arteria terziarizzata lavora, in particolare gli operatori commerciali che ne costituiscono la spina dorsale". Lo chiede Confcommercio cesenate, che insieme alle altre organizzazioni di categoria ha inoltrato una lettera al Comune chiedendo di essere messa a piena conoscenza dell’articolazione della proposta, dato che sul percorso individuato insistono diverse imprese ed opportuno che venga condiviso anche con la rappresentanza delle stesse.

"I lavori, da quello che si apprende partiranno a luglio - dice il presidente Confcommercio del quartiere Oltresavio Agostino Alvisi - e in questa fase occorre condividere il progetto fino in fondo ed eventualmente correggerlo nel caso in cui penalizzi le imprese commerciali con la riduzione dei posti per la sosta o la riduzione della fruibilità con danni agli esercizi commerciali. Secondo Confcommercio è possibile contemperare le esigenze di realizzare la pista ciclabile e di mantenere agevole l'accesso ai negozi, ma prioritaria è la condivisione del progetto nei suoi dettagli anche con operatori e loro organizzazioni".

"Ho la mia attività in viale Matteotti sulla via Emilia da 25 anni - dice Stefania Neri, titolare di una storica tabaccheria e portavoce delle istanze dei commercianti che insistono nel tratto interessato dai lavori in via Matteotti, che dalla rotonda delle Torri si allunga in direzione Forlì  -: e ho investito in questa strada come tanti miei colleghi, dall'edicolante al barista, dal chiosco di piadina al fotografo, perché questa è una strada in cui si può parcheggiare agevolmente per soste ordinariamente brevi. Il timore con il progetto della pista ciclabile che prevede anche la piantumazione di alberi ad alto fusto è che gli spazi per la sosta si riducano sensibilmente e i negozi possano essere oscurati e meno accessibili, andando a penalizzare la funzione terziaria caratteristica di questa arteria".

"Le modifiche al traffico e alla circolazione - dovunque vengano attuate-  sottolinea il presidente Confcommercio Corrado Augusto Patrignani - non debbono stravolgere la funzione caratterizzante della strade su cui vengono attuate. Via Matteotti è ricca di attività commerciali e di distributori e il progetto della nuova pista ciclabile si deve inserire armonicamente in questo scenario senza disintegrarlo e ciò va perseguito attraverso la condivisione con operatori e organizzazioni. Confcommercio tiene in gran conto il ruolo del commercio in tutte le parti di città, dalla periferia, all'area attorno alle mura, fino al centro storico e si impegna a salvaguardare il ruolo e lo spazio delle attività commerciali".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento